Muffa in doccia, l’effetto è disgustoso: così risolvi il problema in un minuto

Può succedere di trovarsi con la muffa nel bagno: la cosa è abbastanza disgustosa. Esiste un metodo per cercare di risolvere il problema.

Partiamo dal presupposto che per forza di cose, il bagno è sempre quel posto che deve essere pulito con maggiore frequenza: si deve sempre cercare di igienizzare il suo interno, anche in vista di quello che sono le azioni che svolgiamo al suo interno. Cosi da eliminare virus e batteri.

Muffa nel bagno soluzione
Muffa nel bagno -cesenamio.it

Delle volte, però, può succedere che si presenti quello che nessuno vorrebbe mai trovarsi davanti: la muffa. Ad essere sempre colpita da questo problema è nella maggior parte dei casi la doccia che richiede sempre delle specifiche attenzioni, anche quando si procede al lavaggio.

Nel caso in cui non si vedesse davvero pulita, significa solo una cosa: il silicone è pieno di muffa. Il continuo scorrere dell’acqua, nella maggior parte dei casi, può portare alla creazione di incrostazioni e quindi alla formazione di calcare e muffe. Ma che cosa si deve fare per potersene liberare.

Muffa nel bagno e nel silicone della doccia: come fare per pulirlo

Quindi, come detto prima, è un problema decisamente più comune di quello che si pensa, ma esiste un modo per poterlo risolvere nel più breve tempo possibile. Uno dei primi rimedi per la pulizia del silicone è quello del bicarbonato. Elemento economico e adatto a tutte le superfici.

Muffa nella doccia del bagno: ecco le soluzioni
Muffa in doccia: come liberarsene -cesenamio.it

Per poterlo utilizzare per la muffa, il consiglio è quello di unire un litro d’acqua, tre cucchiai di bicarbonato di sodio e tre cucchiai di sale fino da cucina. Poi mescolare tutto e versare tutta la soluzione in un flacone spray, lo stesso che andrete a spruzzare nelle aree da pulire. E non finisce qua, nel caso in cui si volesse andare incontro ad una soluzione più mirata, il metodo migliore è quello di unire anche tre cucchiai di acqua ossigenata. Infine, lasciare agire il prodotto per una decina di minuti, poi passare con un vecchio spazzolino da denti per rimuovere le incrostazioni e risciacquate.

Altra soluzione comoda e efficace è quella del succo di limone: in questo caso tutto quello che dovete fare è versare del bicarbonato e poi bagnalo con l’acqua calda, inseguito creare una soluzione con acqua, mezzo cucchiaino di bicarbonato e il succo di un limone intero. Il tutto da spruzzare sulla macchia, già cosparsa di bicarbonato. Se è il caso, aiutarsi anche con una spugna o un vecchio spazzolino per poi rilavare.

Stesso discorso nel caso in cui vogliate usare dell’aceto bianco: la soluzione è quella di unire due tazzine con 2 litri d’acqua, per poi spruzzare il composto che avete creato sul silicone. Lasciare agire per una decina di minuti e risciacquate.

Impostazioni privacy