Smartphone Android, finalmente la svolta tanto attesa: mai più problemi di gigabyte

La svolta attesa da tanti possessori di smartphone Android: così l’azienda coreana punta a risolvere i problemi di gestione dello spazio.

Una delle criticità più note dei sistemi Android per smartphone riguarda l’archiviazione. Android non permette all’utente massima flessibilità sull’uso della memoria e impone dei limiti ferrei per quanto riguarda la gestione di app da rimuovere o reinstallare. Ecco perché il problema dello spazio esaurito sul telefono è uno dei più comuni per i possessori di sistemi Android.

Novità archiviazione sistemi Android
Svolta sui sistemi Android: ecco la novità – cesenamio.it

La Samsung lavora da anni a una soluzione. Gli utenti possono per esempio affidare i dati al cloud o armarsi di schede sd per ottenere ulteriore spazio di archiviazione. Ma in entrambi questi casi i sistemi Android non lasciano all’utente troppa libertà di movimento: tante app non possono essere spostate.

L’azienda ha introdotto l’anno scorso una importante novità. E si era parlato di una svolta epocale per la gestione dell’archiviazione negli smartphone Android. La Sumsung ha infatti presentato la nuova funzione, denominata auto-archive, che in teoria avrebbe dovuto permettere di liberare spazio senza dover disinstallare completamente una o più app.

L’utente con la memoria del telefono ormai piena, di norma, prova a cancellare tutte quelle app che utilizza meno. Facendo così, però, tutti i dati preimpostati vengono cancellati per sempre. In caso di ripensamento, cioè se si vuole reinstallare la app cancellata, diventa dunque impossibile recuperare tutti i dati persi.

Con la funziona auto-archive, invece, la Samsung ha permesso di non perdere i dati utente quando si deve liberare memoria per installare una nuova app da Google Play. Il team di sviluppo di Android ha puntato insomma a supportare gli utenti per ridurre le “disinstallazioni non necessarie“.

La svolta sulla funzionalità salva-spazio sugli smartphone Android: che cosa succede

Si tratta di quelle disinstallazioni che nascono al puro scopo di liberare spazio sul dispositivo, per installare nuove applicazioni. E proprio per ridurre queste disinstallazioni non necessarie è stata messa a punto la nuova funzionalità auto-archive. Il problema è che la funzione non ha dato gli effetti sperati finora.

Memoria piena Android: la soluzione
Android: come risolvere il problema della memoria-cesenamio.it

L’archiviazione proposta dalla Samsung è appunto automatica. Permette sì di risparmiare spazio archiviando automaticamente le app utilizzate di rado in caso di spazio di memoria in esaurimento, ma non dà all’utente la facoltà di scegliere su quali app debba agire.

In più la funzione è stata limitata alle app installare dal Play Store. E qui, appunto, arriva la svolta per tutti i nuovi smartphone Android. Con i nuovi modelli sarà davvero possibile dire addio per sempre ai problemi di spazio esaurito. C’è infatti la possibilità che la funzione possa essere attivata a piacimento dell’utente e su qualsiasi app presente sul dispositivo.

Impostazioni privacy