Lo spazzolino può essere un covo di germi: ecco come disinfettarlo alla perfezione

Per curare la propria igiene orale si usa lo spazzolino da denti, che può divenire un covo di germi. Per questo va disinfettato regolarmente.

Lo spazzolino da denti viene utilizzato ogni giorno per avere un sorriso più bianco e un alito fresco e profumato. È infatti uno strumento prezioso per la propria igiene orale ma può divenire un covo di germi e potenzialmente pericoloso per la propria salute.

Spazzolino da denti: può diventare un covo di germi
Lo spazzolino da denti può diventare un covo di batteri e per questo va disinfettato regolarmente – cesenamio.it

Che sia quello tradizionale o quello elettrico, è infatti esposto ai germi che si possono trovare in bagno. Inoltre i residui di cibo, sangue, saliva possono rimanere per molto tempo sulla sua superficie e favorire la proliferazione di batteri. Per questo, per preservare la propria salute, bisogna disinfettarlo correttamente e regolarmente.

Come disinfettare lo spazzolino da denti

Lo spazzolino da denti si usa ogni giorno per avere un sorriso più bianco e un alito fresco e profumato. Dopo ogni utilizzo, andrebbe pulito e sciacquato. Tuttavia, per prevenire la formazione di germi e batteri potenzialmente pericolosi, andrebbe anche disinfettato almeno una volta a settimana.Non è consigliabile metterlo in lavastoviglie, bollirlo o usare una luce igienizzante UV: questi metodi infatti possono solo danneggiare lo spazzolino. Si può usare un metodo molto più semplice ed efficace per disinfettarlo. Basterà procurarsi:

  • una ciotola o una tazza pulita
  • un collutorio antibatterico
  • un panno pulito o delle salviettine disinfettanti

    Spazzolino da denti: come disinfettarlo
    Lo spazzolino da denti andrebbe disinfettato almeno una volta a settimana – cesenamio.it

Riempire la ciotola o la tazza con il collutorio e immergere lo spazzolino per non più di 15 minuti (altrimenti potrebbe danneggiarsi). Risciacquare con acqua tiepida e lasciarlo asciugare all’aria. Questo metodo può essere usato anche per gli spazzolini elettrici, staccando la testina. Bisogna però fare attenzione a questi strumenti perché anche nello spazio fra la testina e il manico potrebbe crescere la muffa.

Per questo si dovrebbe pulire e disinfettare anche la base usando un panno pulito o una salviettina disinfettante dopo ogni uso. Infine, dopo essersi assicurati che tutti i pezzi siano ben asciutti, si può assemblare e rimontare. Per far durare più a lungo lo spazzolino e prevenire germi e batteri bisogna poi:

  • evitare di coprirlo con un cappuccio tranne quando si viaggia; meglio preferire una copertura con i fori che favorisce il passaggio del flusso d’aria
  • tenerlo in posizione verticale in una tazza per spazzolini da denti, senza che entri in contatto con altri spazzolini da denti
  • sciacquare accuratamente le setole con acqua calda per rimuovere i detriti di cibo, prima e dopo ogni utilizzo
  • pulire ogni giorno il manico con un panno pulito o una salvietta disinfettante
  • evitare di usare lo spazzolino di altri
  • conservarlo lontano dalla toilette per evitare che l’acqua del bagno venga in contatto con esso

Infine, sostituire il proprio spazzolino da denti ogni tre o quattro mesi (o prima se le setole sono molto danneggiate). Andrebbe cambiato anche se si è stati malati oppure se è caduto su un pavimento particolarmente sporco o in un bagno. Stando attenti a tutti questi particolari e disinfettandolo regolarmente, lo spazzolino da denti durerà di più e si potrà usare serenamente senza rischi per la propria salute.

Impostazioni privacy