Sapevi di poter dare ordini al tuo smartphone usando il PC? Scarica subito questa app geniale

Smartphone e PC gemelli diversi: i due dispositivi continuano a interfacciarsi con questa appa geniale: scaricala subito!

I grandi marchi ci hanno creato subito un ecosistema attorno ai loro dispositivi: un mondo nel quale diversi device possono dialogare tra loro. Non che tra mondi diversi non si possa fare, ma è certamente più facile la “reciprocità” tra un Apple e un Apple. O un Samsung e un Samsung, più in generale un iOS e un iOS, e un Android e un Android.

dare ordini al tuo smartphone usando il PC
Smartphone e PC, gemelli diversi – cesenamio.it

Ormai anche un bambino dell’elementari sa collegare uno smartphone a un PC tramite cavo USB, ora si può fare anche con i nuovi iPhone 15, che (costretti dalle norme UE) hanno mandato in pensione il connettore lightning del colosso di Cupertino. Uno smartphone oggigiorno diventa in un amen telecomando per la TV, tanto per dirne una.

Smartphone e PC si possono collegare anche senza cavo: Microsoft ha integrato perfino una funzionalità chiamata “Collegamento al telefono” che ti permette di poter collegare uno smartphone Android al PC tramite Bluetooth. Per tutto il resto ci sono le benedette applicazioni.

Tre componenti e un client server: quando il PC installa app (e non solo) su uno smartphone

Android Debug Bridge, si chiama così l’app svolta di turno, o più semplicemente ADB, uno strumento da riga di comando integrato nell’SDK di Android. Un’applicazione davvero geniale: permette a un utente di avere in mano un dispositivo multifunzione, in grado di eseguire varie (nuove) azioni che normalmente si fanno direttamente da PC, ma da smartphone. Invece no, o meglio non solo.

Scarica subito questa app geniale
Smartphone e PC uniti da ADB, un’app geniale – cesenamio.it

Grazie ad Android Debug Bridge si possono istallare applicazioni sul PC, il debug ovviamente come dice una parola insita nel suo nome, ma anche la copia di file e l’accesso alla Shell Unix, per eseguire comandi. E molto altro, come per esempio modificare le impostazioni nascoste, configurare app insieme ad ADB per abilitare funzionalità potenti e migliorare l’esperienza complessiva del dispositivo. ADB è un programma client-server che include tre componenti. Il client esegue comandi adb da una shell o uno script sul computer di sviluppo, nasce con un ruolo specifico: inviare comandi al server.

Già, il server: viene eseguito come processo in background sul computer di sviluppo. Il suo scopo è rilevare la porta USB quando si collega o rimuove il dispositivo, mantenere un elenco di dispositivi collegati e assegnare stati diversi a ciascuno di essi come online e offline, bootloader e ripristino. Last but not least il daemon, che viene viene eseguito come processo in background sul tuo dispositivo, si connette al server ADB tramite USB o TCP per gli emulatori. Il pacchetto ADB è già incluso negli “Strumenti della piattaforma Android SDK” integrati in Android Studio, ma si può serenamente scarica per Windows ed Apple, gemelli diversi. Appunto.

Impostazioni privacy