Freddo e neve, attenzione alle tubature: alto rischio gelo, come correre ai ripari

Il freddo e la neve possono rovinare in maniera irrimediabile le tubature. Ecco come correre ai ripari ed evitare i rischi legati al gelo.

Le temperature molto basse rappresentano senza dubbio un reale pericolo per le tubature che difatti possono essere danneggiate in presenza di freddo e neve. Proprio per questo vale la pena essere a conoscenza di tutti gli accorgimenti che si possono mettere in atto per difenderle dal gelo.

Come proteggere le tubature dal freddo e dalla neve
Il freddo e la neve possono causare danni alle tubature – Cesenamio.it

Di seguito vi sveleremo tutte le informazioni più utili al riguardo che si riveleranno preziosi soprattutto per tutti coloro che vivono in zone in cui le temperature tendono a scendere di molti gradi. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a tal proposito.

Tubature, come proteggerle da freddo e neve

Quando le temperature si abbassano di molto, le conseguenze possono essere davvero pesanti dal momento che il gelo può danneggiarle in maniera irreparabile. Proprio per questo, è importante evitare di andare incontro a tutti i problemi del caso. Come molti di voi già sapranno, il congelamento delle temperature può provocare danni anche molto ingenti alle tubature. A causarli è il freddo che finisce per congelare l’acqua che per via della forte pressione può rompere i tubi, anche molto resistenti. Oltre all’impossibilità di poter usare l’acqua corrente, peraltro, si possono subire danni anche all’impianto elettrico. 

Come proteggere le tubature dal freddo e dalla neve
Le tubature devono essere protette dal freddo e dalla neve – Cesenamio.it

È chiaro che bisogna correre ai ripari adottando misure preventive in grado di scongiurare le problematiche di cui sopra. Tanto per cominciare, bisogna procedere ad isolare i tubi utilizzando materiali isolanti, per l’appunto. Tra questi c’è il poliuretano e la lana di roccia. Si tratta nello specifico di manicotti che devono essere posizionati in corrispondenza delle giunture.

Da citare poi è l’efficacia dei cavi scaldanti che si attivano non appena la temperatura all’interno dei tubi scende al di sotto dei 5 gradi. Viceversa, smettono di funzionare quando la temperatura è superiore ai 15 gradi. In questo modo, è possibile evitare sprechi di elettricità e dunque un aumento dei consumi.

In ultima analisi, un altro metodo efficace per proteggere le tubature consiste in una pratica davvero molto semplice da eseguire. Essa prevede di lasciare scorrere un filo di acqua dai rubinetti. Così facendo infatti vi sarà sempre acqua circolante all’interno dell’impianto e si eviteranno i residui di acqua nei tubi. Questi infatti, in caso contrario, potrebbero esercitare pressioni in presenza di gelate.

Come avrete avuto modo di capire si tratta di pochi e semplici accorgimenti che possono essere adottati da tutti e che proteggono adeguatamente le tubature.

Impostazioni privacy