Altro che Reddito di Cittadinanza: con l’Assegno di inclusione si può arrivare a prendere fino a 1.300 euro al mese

L’Assegno di Inclusione può raggiungere importi superiori rispetto al Reddito di Cittadinanza. In quali casi si prendono anche 1.300 euro?

Dal 1° gennaio l’Assegno di Inclusione ha sostituito il Reddito di Cittadinanza e a breve arriveranno le prime ricariche per le famiglie con invalidi, minori, over 60 o in stato di svantaggio sociale.

Come ottenere l'assegno di inclusione
Fino a 1.300 euro di Assegno di Inclusione, chi può ottenere tanto? – cesenamio.it

Avete inoltrato domanda di Assegno di Inclusione? La piattaforma è attiva dal 18 dicembre e prima si procederà con l’invio della richiesta e la sottoscrizione del Patto di Attivazione Digitale, prima si riceveranno i soldi spettanti. Purtroppo riceveranno l’erogazione dal 26 gennaio solo coloro che avranno completato l’iter entro lo scorso 7 gennaio. I successivi pagamenti scatteranno il mese seguente a quello di firma del PAD, atto indispensabile per ottenere l’incentivo indipendentemente dall’età del richiedente.

Ma a quanto ammonteranno le ricariche che arriveranno sulla nuova Carta di Inclusione? Questa potrà essere ritirata presso un Ufficio Postale nel momento in cui si riceverà un sms che segnalerà l’esito positivo dell’istanza e la possibilità di ritiro della card completa di primo versamento. Ebbene, la somma massima ottenibile supera quella dell’RdC.

Carta di Inclusione fino a 1.300 euro, chi riceverà questo importo sull’Assegno?

L’Assegno di Inclusione si compone di due parti. La Quota A è l’integrazione del reddito familiare entro un limite di 6 mila euro. La somma viene moltiplicata per il parametro corrispondente della scala di equivalenza in base alla composizione del nucleo familiare. Per il richiedente, il valore è 1. Per i maggiorenni spetta uno 0,4 in più se hanno carichi di cura per minori di tre anni o tre figli minori, oppure disabili, o se sono over 60.

A chi spetta l'Assegno di Inclusione
Come ricevere 1.300 euro di Assegno di Inclusione – cesenamio.it

Per i maggiorenni disabili il valore diventa 0,50 mentre per quelli con gravi disagi bio-psicosociali scende a 0,30. Per i minori, infine, spetta uno 0,15 fino a due anni e 0,10 sopra i due. Il valore massimo ottenibile, dunque, è 2,2 per tutte le famiglie e 2,3 per i nuclei con disabili. L’importo base non può essere inferiore a 480 euro al mese. Moltiplicando per i valori più alti, dunque, si toccano quota 1.056 euro e 1.104 euro per le famiglie con disabili.

Il valore massimo raggiungibile dalle famiglie numerose con figli piccoli o disabili può essere aumentato dal rimborso per la quota di affitto che può arrivare a 280 euro mensili. Così si supererebbero i 1.300 euro al mese di Assegno di Inclusione. Non dimentichiamo, poi, che i cittadini di età compresa tra 18 e 59 anni occupabili e non compresi nel parametro di scala di equivalenza possono richiedere il Supporto per la Formazione e il Lavoro di importo pari a 350 euro cumulabili con l’Assegno di Inclusione.

Impostazioni privacy