Ufficializzati ds e allenatore: Zebi torna a lavorare con Viali

Moreno Zebi Cesena
Condividi questo articolo

CALCIOMERCATO – Due novità importanti per il Cesena: Moreno Zebi prenderà il posto di Alfio Pelliccioni mentre Viali sarà ancora l’allenatore dei bianconeri

Dopo aver comunicato l’addio al direttore sportivo Alfio Pelliccioni (vedi Dopo due stagioni è finita: Pelliccioni non è più il ds del Cesena), il Cesena non ha tardato ad ufficializzare il suo successore. Sarà Moreno Zebi infatti il nuovo ds bianconero che peraltro tornerà in riva al Savio dal momento che aveva vestito la maglia del Cavalluccio nella stagione 2008/09, anno in cui il Cesena allenato da Bisoli guadagnò la promozione diretta in Serie B. L’ex centrocampista, appena 40enne, ad oggi ha ricoperto la carica di ds soltanto in questa stagione con il Novara, risolvendo anticipatamente il contratto per via del cambio di gestione societaria. Alla sua prima e unica esperienza non ha però fatto male, avendo costruito con poco un organico competitivo che, seppur molto giovane, era riuscito a stazionare continuativamente in zona play-off durante la stagione.

Nonostante il cambio in dirigenza, il Cesena ha preferito confermare Viali alla guida della squadra, che ha così rinnovato per un’altra stagione. In un mese e mezzo il tecnico aveva cominciato molto bene, portando in dote una vittoria sul campo dell’Imolese e due pareggi contro Padova e Piacenza, oltre a una sconfitta contro la capolista e ora promossa in Serie B Vicenza. Come anche affermato dal dg Martini: “Non c’era motivo per non proseguire un discorso che era cominciato molto bene“. Viali e Zebi, inoltre, hanno anche già lavorato insieme a Novara nella stagione 2018/19, quando l’ex centrocampista era collaboratore dell’area tecnica.

Ora ciò che resta da capire sono gli obiettivi da centrare per l’anno prossimo, i quali secondo Martinidevono essere più ambiziosi, restando sempre con i piedi per terra“. Sicuramente se si vorrà competere seriamente per una posizione di alta classifica servirà un importante budget da investire sul mercato, dal momento che ancora i bianconeri non possono contare sul settore giovanile, avendo il recente fallimento fatto accasare in giro per l’Emilia (Bologna, Sassuolo e Spal) tutti i migliori talenti. E con una probabile riforma della Serie C alle porte, che potrebbe diventare un unico girone da 20 squadre sul modello della League One inglese o della 3. Liga tedesca, sarà ancora più importante costruire una rosa competitiva, per evitare di non essere risucchiati in una nuova quarta serie (vedi Una stagione cruciale per la sopravvivenza del Cesena).


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *