Un weekend trionfale per il Cesena Calcio

Cesena-Lazio Primavera
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Ragazzi, ragazze e prima squadra del Cesena ottengono importanti vittorie nel breve volgere di due giorni

Hanno cominciato i ragazzi dell’under 19 con la sonante vittoria per 3-1 sulla Lazio, scavalcandola di fatto in classifica e  guadagnando la vetta nel Girone B del campionato Primavera 2. Ora i ragazzi di Ceccarelli vanno come un treno e sarà difficile fermarli, anche se quest’impresa è già un successo in quanto il Cesena è partito da ripescato e ora rischia seriamente di andare in Serie A. Anche le ragazze della Serie B femminile sono tornate vittoriose, dopo aver espugnato nientemeno che il campo del PinkBari terzo in classifica (vedi Cesena femminile, equilibrio perfetto). E i grandi a terminare con un rotondo 2-0 ai danni di un Teramo che si era presentato con uno score nelle ultime partite di tutto rispetto, ma evidentemente il bianconero gli va un po’ di traverso, avendo subito nei due incontri di andata e ritorno ben 6 reti in totale, senza farne mezzo.

Bene, nel Settore O tutto tranquillo, a parte qualche brivido extracalcistico sul finale, quando un gelido spurbino accarezza lo stadio. La partita si mette subito bene: su pressione delle nostre punte sulla difesa abruzzese, Sasà mette Piero da solo davanti al portiere e non sbaglia. I nostri avversari hanno cercato di costruire uno straccio di reazione, ma quelli che hanno più volte sfiorato il raddoppio in modo incredibile sono stati i nostri. A riportarci sulla terra ci ha pensato ad un certo punto Ciccio, che perde con leggerezza un pallone in zona pericolosa e per rimediare alla patacata fa un fallo nei pressi della linea dell’area, finendo sul taccuino dei cattivi e decretando di fatto la fine della sua partita, perché da lì in poi non si è più visto fino alla sua sostituzione. Chiude il match ancora Sasà, che sigla il suo 100° gol in carriera, rimediando così alle occasioni mancate in precedenza.

In conferenza stampa prima della partita, mister Viali aveva rimarcato che erano assenti giustificati anche per questa giornata 8 giocatori e che quella contro l’infermeria è stata una lotta costante per tutto il campionato, limitando sicuramente il rendimento della squadra. Inoltre, aveva dimostrato contrarietà alle contestazioni che ogni giornata, in modo più o meno velato, affiorano dal pubblico e dalla stampa. Effettivamente, ad inizio stagione nessuno si sarebbe sognato di fare un campionato da terzo posto dietro a due fuoriserie come Modena e Reggiana, però il mister deve capire che lui è razionale, ma non il pubblico e se sei arrivato in quella posizione, vuol dire anche che la devi mantenere. Il pubblico vuole vincere e se vince vuole stravincere: contesta il passaggio indietro al 88° mentre si vince già 2-0, contesta lo stop sbagliato dimenticando molto spesso di essere in terza serie, non sopporta che un suo giocatore sbagli dimenticandosi che anche i migliori negli anni più belli in questo stesso campo sbagliavano. Ma gli sbagli si dimenticano presto, quello che rimangono sono le imprese e finché non sarà finita, l’impresa è possibile.

Vorrei spendere una parola di incoraggiamento per Frieser, anche se nel settore O non tutti la pensano allo stesso modo. Purtroppo molti lo hanno già catalogato come un “oggetto misterioso”, ma giocare gli ultimi minuti delle partite non aiuta, ma sono sicuro che se questo ragazzo austriaco che ha calcato palcoscenici molto prestigiosi (tra l’altro facendo gol anche in competizioni europee) qualcosa deve avere e presto ce lo dimostrerà. Anche con lui, l’impresa è possibile.


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.