Alla vigilia, da Matelica trapela malcelato ottimismo

Analisi pagelle Cesena-Matelica
Condividi questo articolo

AVVERSARI – Al Manuzzi la terza sfida stagionale tra Cesena e Matelica, dopo due pareggi con identico risultato (2-2): non c’è due senza tre?

E Matelica fu. Contenti? Il tormentone dell’ultima settimana si è finalmente esaurito. Con una sorpresa, in effetti, perché, siamo onesti, fino a domenica ben pochi si sarebbero aspettati la vittoria della Virtus Verona a Trieste. Qualcuno preferiva la Triestina? A questi ultimi  andrebbe dato atto che, messo da parte per un attimo il blasone, sono stati proprio i marchigiani a crearci più difficoltà durante il campionato: speculari i risultati, ma opposta la modalità, nel senso che mentre all’andata il Cesena riacciuffò un inaspettato pari con due gol di Bortolussi (e chi se no…) negli ultimissimi minuti, scolpendo nella memoria dei tifosi una delle più belle rimonte degli ultimi anni, il match di ritorno vide i bianconeri farsi raggiungere nel finale dopo il doppio vantaggio (ancora a segno Bortolussi e Caturano, il quale però ha anche sbagliato un calcio di rigore, purtroppo non l’unico della sua stagione) (vedi Il Matelica è senza pozione, ma il Cesena si autoaffonda).

Dunque, gara secca con due risultati su tre a disposizione per il Cesena che gioca tra le mura amiche. Si fa per dire, visto che la banda di Viali quest’anno si è decisamente disimpegnata meglio in trasferta che in casa. Ad ogni modo, visti i precedenti, tutto lascia pensare che la partita non finirà a reti bianche….

Uno sguardo ai social della Società Sportiva Matelica fa presumere che in città trapeli un malcelato ottimismo: “La grinta non manca e la voglia di giocare bene come sempre neanche! Quindi AVANTI TUTTA! FORZA MATELICA!”; oppure “Se con lo stesso spirito…. ce la farete!” sono solo alcuni dei commenti (non tantissimi, in effetti) che compaiono sotto la notizia del prossimo match contro di noi. Insomma, i biancorossi ci credono, e ci mancherebbe… D’altro canto però, se sono così positivi loro che in ogni caso mercoledì toccheranno il vertice massimo della loro storia sportiva, perchè non dovremmo crederci noi, con tredici campionati di Serie A e trentadue di B alle spalle? Senza dimenticare però che il blasone non scende in campo, con i dovuti scongiuri, naturalmente.


Immagine tratta dalla pagina facebook www.facebook.com/ssmatelicacalcio

One Comment on “Alla vigilia, da Matelica trapela malcelato ottimismo”

  1. non avrei la certezza che il matelica ci abbia creato piu difficolta della triestina, visto che con i giuliani abbiamo fatto zero punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *