Viali, il vero artefice della vittoria sul Pescara (Eresie ep. 14)

Cesena-Pescara
Condividi questo articolo

ERESIE BIANCONERE – La vittoria sul Pescara di ieri permetterà al Cesena di affrontare la Reggiana, domenica prossima, a testa altissima

Il Cesena vince di misura sul Pescara grazie ad un autorete di Nzita, che devia nella propria porta un cross del neo-entrato Candela (vedi Cesena 1-0 Pescara, le pagelle di Cesena Mio). Un’autorete che arriva nei minuti finali e che suggella una prestazione gagliarda da parte degli uomini di Viali. Per quanto mi riguarda, il tecnico bianconero è stato il vero artefice di questa preziosa vittoria: la partita è stata condotta esattamente nel modo in cui era stata preparata e tutti i propositi che Viali aveva dichiarato nella conferenza stampa del prepartita sono stati perseguiti e raggiunti nel migliore dei modi.

Il Pescara è infatti rimasto lontano dalla nostra area ed è stato aggredito e spesso anche messo sotto dai bianconeri che sono partiti fortissimo nel primo tempo senza calare eccessivamente nel proseguo dell’incontro. Tutto questo non era affatto facile contro una squadra di qualità come quella biancoazzurra. Il tecnico, vuoi per la necessità di schierare i tre under, vuoi per la scarsa vena di Pierini (che da subentrato è stato comunque decisivo nell’azione del gol) si è inventato Berti in una posizione più avanzata e la giovane promessa del nostro vivaio ha sfoderato una prestazione maiuscola. L’unico neo riguarda il fatto che la squadra appare comunque sterile e povera di fantasia.

Fino all’episodio decisivo, infatti, il Cesena non stava dando certo la sensazione di poter segnare da un momento all’altro, e non in tutte le partite può arrivare il gol fortuito, come d’altronde la Pistoiese aveva già insegnato. È veramente un peccato non riuscire a trasformare in concrete occasioni da rete tutta la mole di gioco che questa squadra crea e non riuscire a tradurre in gol la supremazia che i bianconeri dimostrano in quasi tutte le gare. Tutto questo però oggi deve passare in secondo piano perchè i tre punti che il Cesena ha strappato contro il Pescara sono troppo importanti, punti che dovevano arrivare in qualsiasi modo e che sono arrivati. Ora possiamo andare a Reggio a giocarci una partita dove sarà fondamentale soprattutto non perdere, una partita difficilissima che però andiamo ad affrontare con la consapevolezza di avere un identità precisa. Questa squadra ha la mentalità giusta per presentarsi a Reggio con la stessa faccia con cui si è presentata nelle altre trasferte e senza alcun timore reverenziale. Di questo si può solo essere orgogliosi.


Immagine tratta dal sito rete8.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *