Al momento, qual è il vero valore del Cesena?

Cesena-Vis Pesaro
Condividi questo articolo

L’ANALISI – Dopo le orrende prestazioni del Cesena contro il Ravenna e l’Imolese, è giunto il momento di porsi alcune domande

Si digerisce davvero a fatica la sconfitta patita domenica scorsa contro l’Imolese. In quel momento, il Cesena ha infatti detto addio al quinto posto, mentre la vittoria ottenuta lunedi sera dalla Triestina contro il Sudtirol ha cancellato anche la possibilità di centrare il sesto posto. I bianconeri saranno pur già matematicamente qualificati ai playoff, ma si era già sottolineato di quanto fosse fondamentale centrare almeno la sesta posizione per poter usufruire di vantaggi decisivi nella fase cruciale della stagione (vedi Il Cesena verso i playoff di SerieC: regolamento, date e scenari).

Ora invece gli uomini di mister Viali devono ridimensionare le proprie ambizioni ed anzi guardarsi le spalle, in primis dal Matelica, che con la Samb (che però sarà penalizzata) condivide la settima posizione con il Cavalluccio. Certamente serviranno prestazioni di tutt’altro spessore nelle prossime due partite, le ultime del campionato contro SudTirol ed Arezzo, per cercare di rialzare subito la testa dopo la brutta sconfitta contro l’Imolese. Tuttavia, arrivare settimi o ottavi non fa poi una gran differenza, risultando ugualmente compromesso il percorso che i bianconeri dovranno affrontare nei playoff e le già fievoli speranze di andare avanti in questa fase finale si sono così ridotte al lumicino.

Tanti quindi sono gli interrogativi che un tifoso si può (o forse dovrebbe) legittimamente porre in questo finale di stagione ormai sul viale del tramonto. Ne propongo alcune, quelle che da tifoso del Cesena mi vengono subito in mente alla luce delle ultime prestazioni:

  • Se nel girone di andata i bianconeri vincevano soltanto le partite “facili” faticando però tremendamente contro le grandi, perché questa tendenza si è completamente invertita nel girone di ritorno?
  • Qual è il vero valore di questa squadra? Quello della poderosa rimonta di dicembre / gennaio, o quello che subisce umiliazioni per mano delle “cenerentole” del girone?
  • Quanto ha inciso sul rendimento la problematica covid?
  • Noi tifosi, me compreso, ci siamo “fatti un film” pur di giustificare sconfitte tremende come quelle patite in casa contro Vis Pesaro, Legnago e Imolese ed invece, purtroppo, “siamo questi” (cit.)?
  • Poiché contro Ravenna ed Imolese, diversamente (forse) dalle precedenti citate, non ci sono attenuanti, è giusto dare la colpa dell’accaduto all’arbitraggio?

E voi, cosa ne pensate?


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

One Comment on “Al momento, qual è il vero valore del Cesena?”

  1. Io Penso (ma piu che altro spero), che il cesena stia facendo la cosa più intelligente: usare queste settimane come preparazione per ritrovare la forma fisica (e considerare sud-tirol e arezzo come amichevoli precampionato). il quinto e il decimo posto alla fine sono la stessa cosa: per arrivare in fondo devi fare 10 partite in entrambi i casi (diverso sarebbe stato il secondo o terzo/miglior quarto posto che ti permettevano di saltare delle partite). DICE: e i 2 risultati su 3? DICO: se non batti il matelica vuoi vincere i playoff? DICE:e giocare i primi turni fuori casa? DICO: il pubblico non c’è e il fattore campo quet’anno è sparito statisticamente in tutte le categorie. L’unico problema è arrivare a play off al completo (sarebbe servito come il pane anche maddaloni) e al 100%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *