Valeri MVP nel 3-3 contro la Virtus Verona

Cesena-Virtus Verona 3-3
Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Ennesima prestazione negativa del Cesena, che contro la Virtus Verona vede la luce solamente con Valeri e Butic

Abbiamo iniziato in Serie B e proseguito in Serie D, non senza le difficoltà tipiche di un campionato dilettantistico, con poche informazioni e non sempre facilmente reperibili. Ora che il Cesena è tornato tra i professionisti, noi, per il terzo anno consecutivo, proponiamo “Analisi Pagelle”, la rubrica post partita attraverso la quale presentiamo settimanalmente ai nostri lettori la raccolta ben ordinata delle pagelle assegnate dai media ai giocatori bianconeri. Questa raccolta ci consente di confrontare le nostre pagelle con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio: il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato nel classico voto, risulta infatti confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni che seguono la tabella relativa a Cesena-Virtus Verona di ieri pomeriggio.

Valeri migliore in campo

Il gol del momentaneo 1-1 ad inizio ripresa, poi due rigori conquistati per permettere al Cesena quantomeno di ottenere un pareggio che sa comunque di sconfitta. La partita di Emanuele Valeri ha ricordato i bei tempi della scorsa stagione, quando sulla propria fascia di competenza dominava seminando il panico nelle difese avversarie. Anche contro la Virtus Verona, a dire il vero dopo un primo tempo negativo, ha fatto riassaporare ai tifosi bianconeri le sgroppate sulla fascia mancina e per tutte le pagelle è risultato essere il migliore in campo (7,30 medio frutto di quattro 7 ed un 8,5). A parte Butic (6,70 medio), autore delle due reti dagli undici metri, e Zampano (6,20 medio), quasi tutta la squadra ha deluso ed è stata giudicata negativamente nella seconda partita di un 2020 che non riesce a decollare. In particolare le prestazioni di Maddaloni, SabatoMarson (rispettivamente 4,70, 4,50 e 4,20 di media) non hanno convinto i redattori di pagelle, che li hanno giudicati come i peggiori in campo (vedi Cesena 3-3 Virtus Verona, le pagelle di Cesena Mio).

Anche le valutazioni riferite a Modesto sono impietose, con tre 5 che non lasciano spazio ad alibi. I cambi, come ormai solitamente capita, sono stati tardivi ed in più hanno influenzato negativamente la prestazione del Cesena, che fino a quel momento stava conducendo 2-1 e dominando sui veronesi. Che senso ha avuto inserire De Feudis per Zerbin, facendo automaticamente abbassare il baricentro alla squadra e mandandola in confusione? Che senso ha inserire Russini solamente al 91′ quando ormai la frittata era fatta? Modesto non è evidentemente ancora pronto per una piazza come Cesena e purtroppo lo sta dimostrando giornata dopo giornata commettendo sempre i soliti errori.

Valutazione delle pagelle

Infine, la consueta occhiata al metro di giudizio delle varie testate. TuttoCesena si è posto all’estremo inferiore con 5,42 (-0,13 rispetto alla media complessiva), mentre Il Resto del Carlino con 5,77 (+0,22) si è attestato all’estremo opposto, ovvero quello dei più magnanimi. Infine noi di Cesena Mio abbiamo valutato la prestazione del Cesena da 5,50, valore di poco inferiore alla media complessiva (-0,05).


Foto di Luigi Rega tratta dalla pagina Facebook Cesena FC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *