“Noi tifosi del Cesena siamo fatti così… Ci vuoi ammazzare?”

Teramo 4-0 Cesena
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Il Cesena torna da Teramo con una sonante vittoria con quattro gol di scarto: ora, saranno finiti gli esami?

Il Settore O festeggia l’importante vittoria di Teramo con un’altrettanto giusta e meritata bevuta. Ora il Cesena, dopo 7 partite vinte su 11 (più 3 pareggiate e solo una persa), non può più nascondersi e di conseguenza tutti vogliono salire sulla barca che sta filando a tutta velocità. La gioia è incontenibile, troppe meraviglie tutte d’un colpo: assistere ad una vittoria fuori casa per 4-0 non ha prezzo, vedere Bomberlussi e Caturano segnare per la prima volta nella stessa partita è commovente, vedere chi burdèl Brambilla e Berti crescere così in fretta riempie d’orgoglio (vedi Teramo 0-4 Cesena, le pagelle di Cesena Mio).

Chi in piedi al bancone, chi seduto al tavolo greenpassmunito, insomma chiunque al Bar Primavera non parla d’altro. “Bene”, dice Ciccio, “forse non andremo in Serie B, ma faremo un bel campionato”. “No, no”, ribatte Maròn, “ci andremo eccome in Serie B, non vedi che squadra, e anche chi gioca meno quando entra fa il suo, la panchina è lunga e alcuni sono di classe superiore”. “Io”, fa il professore, “l’avevo intuito fin dall’inizio che questa squadra poteva andare lontano e anche se non siamo arrivati ancora da nessuna parte, sono sicuro che diremo la nostra”. “Propi tè, profesòr”, ribatte Paolino, “che ne haisempre per tutti e mandi a quel paese alla prima palla sbagliata e fai sibilare dei moccoli che Don Emilio si toglie l’amplifon per non sentirti?” “Sì, è vero, io ne ho sempre per tutti e spesso prendo di mira anche chi secondo me non fa propriamente il suo, ma non è per cattiveria, è per esorcizzare la giocata, per prendermela con qualcuno prima che combini troppi guai. Quando criticavo Bomberlussi era per spronarlo, sapevo che sarebbe tornato, hai visto che ha fatto 5 gol in 5 partite di filata? Io lo sapevo ma volevo dargli la sveglia, farlo stare sul pezzo!”.

Mah, forse è una caratteristica del tifoso romagnolo… Ho visto Pedro su nel Settore O che dalla prima partita inveisce contro Ilari, lo sbrindella di mazzate ma quando oggi ha segnato e ha fatto anche una bella prestazione contro la sua ex squadra, l’ho visto davanti alla TV, aveva i goccioloni negli occhi, sembrava che assistesse ai successi di un figlio. Siamo fatti così, ci vuoi ammazzare? Non sopportiamo lo sbaglio, era così in Serie A, è così in terza serie, anzi, c’è più ragione perché è più facile vedere palle sbagliate, ma poi siamo i primi che ci rallegriamo e guai a chi li tocca.

“E adesso?”, chiede Remo fra un tintinnare di calici di Sangiovese e sbrodolanti boccali di birra, “cosa succederà?”. “A dì, ciou, adesso trituriamo la Reggiana e saremo Romagna Capitale!”.


Immagine tratta dalla diretta di elevensports.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *