Un altro stop: si ripartirà da Cesena-Viterbese

Villa Silvia - Verso Cesena-Monopoli
Condividi questo articolo

QUI VILLA SILVIA – Nella giornata di ieri è arrivata l’ufficialità: rinviata anche la terza giornata di ritorno, con il Cesena che recupererà la sfida con l’Imolese a febbraio

Era nell’aria da qualche giorno, ma solamente ieri è arrivata l’ufficialità: la terza giornata di ritorno di Serie C, in programma domenica 16 gennaio, è stata rinviata a causa dei numerosi contagi che hanno colpito anche il terzo livello professionistico italiano. Dopo la prima giornata del girone di ritorno disputata pochi giorni prima di Natale (vedi Gubbio: ultima trasferta del 2021, la prima del Cesena a stelle e strisce), il presidente Ghirelli ha deciso di rinviare sia la seconda che la terza giornata.

Il Cesena dunque dovrebbe giocare (il condizionale, in questo momento, è d’obbligo) in casa contro la Lucchese per il recupero della seconda giornata mercoledì 2 febbraio alle ore 21. La trasferta di Imola, invece, dovrebbe essere recuperata il 24 febbraio, un altro mercoledì, attualmente alle ore 21. Si preannuncia dunque un mese di febbraio infuocato per il Cesena che, rispetto alla scorsa stagione, non sarà l’unica squadra del girone a dover affrontare un tour de force. Tutte le formazioni dei tre gironi, infatti, non giocheranno né nel corso di questa weekend, né durante il prossimo, con tutte le partite rinviate a causa del Coronavirus.

I bianconeri si sono comunque ritrovati a Villa Silvia per rimettere benzina nelle gambe dopo la pausa per le festività natalizie. Negli allenamenti finora svolti, non erano presenti i tre giocatori asintomatici di cui la società non ha reso noti i nomi. La squadra di Viali, a meno di ulteriori sorprese, scenderà nuovamente in campo a distanza di un mese dall’ultimo impegno ufficiale contro la Viterbese, che salirà al Manuzzi sabato 22 gennaio (ore 14.30).

In attesa che il mercato in entrata e in uscita del Cesena faccia registrare i primi movimenti (vedi Finalmente, il Cesena “farà calciomercato” (cit. Zebi), i tifosi si interrogano anche sulla scelta che faranno gli ultras relativamente all’ingresso allo stadio, in virtù delle modifiche varate dal governo. La sensazione è che i numeri, già esigui, siano destinati a calare ulteriormente, considerando che i non vaccinati non potranno più accedere al Dino Manuzzi e che sarà ridotta la capienza al 50% rispetto al 75% degli ultimi mesi, portando di fatto al distanziamento previsto inizialmente.


Immagine tratta dal sito cesenatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.