Lo spunto: “Caturano deve rimanere a Cesena”

Salvatore Caturano
Condividi questo articolo

LO SPUNTO – Diverse considerazioni portano a ritenere che Salvatore Caturano sia il bomber dal quale il Cesena dovrebbe ripartire: ecco perché…

Dopo il terremoto Covid-19 che ha colpito l’intera popolazione, il calcio italiano sta provando a riorganizzarsi in vista della nuova stagione. Da un lato la Serie A e la Serie B stanno portando a termine i rispettivi campionati, mentre in Serie C si sono disputati solamente i playoff ed i playout per stabilire promozioni e retrocessioni (vedi Conclusa la SerieC: Reggio Audace in Serie B). Tante squadre però non scendono in campo da fine febbraio e questo è il caso del Cesena. I bianconeri hanno salutato i propri tifosi con il tonfo casalingo contro la capolista Vicenza, poi promossa in cadetteria, collocandosi a metà classifica. L’impressione però era che, con il mercato di gennaio, il Cavalluccio avrebbe anche potuto puntare ai playoff, qualora la stagione fosse terminata regolarmente.

Uno dei punti di forza di quella squadra era senza dubbio l’attaccante Salvatore Caturano, prelevato in prestito dalla Virtus Entella ed autentico bomber di categoria. Una qulità messa subito in mostra in riva al Savio, dove l’attaccante napoletano ha giocato appena cinque partite, ma segnando addirittura tre reti (doppietta in casa dell’Imolese e gol all’esordio su rigore contro la Triestina), dando l’idea di poter reggere da solo l’attacco bianconero, peraltro in un periodo nel quale Butic non riusciva più a segnare su azione.

Al momento, il mercato del Cesena è in piena evoluzione, ma senza dubbio bisognerebbe riuscire a ripartire da Caturano, un giocatore che garantirebbe la doppia cifra in una categoria che conosce benissimo. Ma non sarà facile, visto l’interesse di piazze blasonate ed ambiziose come Avellino e Palermo, che vorrebbero mettere le mani sull’attaccante per puntare alla promozione in Serie B. Ma se si vuole nutrire qualche ambizione, Caturano deve assolutamente rimanere a Cesena, dove da subito si è instaurato un ottimo rapporto con la piazza e la tifoseria e godere delle emozioni che regala giocare in uno stadio come il Dino Manuzzi. A mio avviso, le sue caratteristiche si sposano bene con lo schema che ha in mente William Viali ed il mister ha già avuto modo di conoscere a fondo il ragazzo sul quale potrebbe essere costruito il reparto offensivo.

Sarà la società a dover fornire garanzie in termini di progetto ed ambizioni, ma nel caso in cui decidesse di investire su questo giocatore, sono sicuro che Caturano farebbe benissimo ad accettare il bianconero e portare a termine quanto il Covid-19 ha malamente interrotto.


Immagine tratta dal sito calciocesena.it

One Comment on “Lo spunto: “Caturano deve rimanere a Cesena””

  1. Se smantelli tutto ( e non mi riferisco certo a De Feudis e Agliardi, ma a Franco, Zampano, Valeri) sarà difficile garantire ambizioni a Caturano. Il Ravenna è retrocesso con Mokulo, Nocciolini e Giovinco ed entrambi i primi due Valgono Caturano: forse non ci si rende conto del livello che ci sarà il prossimo anno..se poi la famosa riforma fosse confermata la squadra dovrebbe rafforzarsi di brutto per non uscire di nuovo dai professionisti. Intendo dire che Caturano non deve essere un sogno ma un minimo sindacale per non finire in D (visto che anche l ultima in classifica avrà il suo Caturano), e finire in D vorrebbe dire mettersi a due scalini dalla C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *