Smettetela di salutare la capolista, che porta sfiga…

Cesena verso la meta
Condividi questo articolo

OPINIONI DI UN DIVANO – Cesena, città delle capolista. Calcio, basket, rugby raggiungono la vetta dei rispettivi gironi e regalano gioia ai tifosi , però…

Come per incanto, domenica scorsa siamo passati dal secondo al primo piano: nel giro di ventiquattr’ore, dopo gare più o meno vibranti, Cesena è capolista in tre grandi sport di squadra e seconda nel quarto (volley femminile). Nel basket, l’adottiva Tigers Cesena ha battuto 74-55 la derelitta Olginate, mentre per quanto riguarda il rugby, il Romagna RFC ha rullato Parma 24-11. Il Calcio, intanto…  Ad un certo punto, domenica, il Cesena FC pareva traballare nelle paludi di Castelfidardo, sorpresa dall’aggressività dei biancoverdi e delle buche con acqua e coccodrilli, quelle da 15€ per guardare da vicino la partita (una sorta di naumachia, per chi se ne intende di Storia Romana). Dietro la collina non c’è più nessuno, solo aghi di pino e silenzio e funghi… ma no, questa è un’altra storia, scusate.

Volevo dire, sopra la collina c’è un folto manipolo di giubbetti giallo evidenziatore che sostiene da mezzo chilometro gli sforzi degli Angelinizzati. Il Matelica, invece, ha rimontato ed è passato in vantaggio contro il diabolico Campobasso. Ecco, senza la parata di Agliardi, il Matelica a questo punto sarebbe a +3 sul Cavalluccio. Ed invece, scatta la maledizione del “salutate la capolista!”: i marchigiani beccano due gol in un amen, il Cesena regge e diventiamo noi la capolista. Guarda un po’! Spiego meglio: quattro partite fa (ma sembra un’eternità) i tifosi del Matelica, gasati come palloncini per la fiera di San Giovanni, si esaltavano a vicenda, postavano video con “salutate la capolista” e sparavano hashtag #lacapolista ad alzo zero. La presunta corazzata Cesena era laggiù a 7 punti. Beh, da quel giorno  ne hanno perse tre e si sono fatti divorare 9 punti in quattro partite.

Cambio scena: basket, serie B, due partite fa. Faenza perde in casa il big match contro Cesena e il Cesena la appaia al primo posto in classifica, ma pochi giorni dopo Cesena cade in casa contro la terza in classifica (Orzinuovi) e puntualmente si scatena il tifo faentino: “salutate la capolista!”. Nemmeno a dirlo, immediatamente Faenza cade sul campo di Milano e Cesena vince invece la sua davanti a 1200 spettatori entusiasti. Per effetto dello scontro diretto favorevole, Cesena è la nuova capolista. Come corollario (o ciliegina), quelli di Orzinuovi, gasati come dei Matelicesi dopo avere espugnato il Carisport, hanno perso poi in casa all’ultimo minuto contro dei pellegrini e sono franati successivamente contro Lugo (ultimissima in classifica) ai supplementari beccando 108 punti. Vi basta per capire che è sempre meglio tenere un profilo basso? Adesso, dopo che vi ho raccontato questi due piccoli aneddoti, mi spiegate perché ci siete cascati anche voi e sparate tutti questi “salutate la capolista”? Siete masochisti?

Beh, insomma, fate un po’ come ve pare. Io, intanto, mi tocco! Speriamo che basti come antidoto! Di maroni ne ho solo due…


Foto di Luigi Rega tratta dalla pagina Facebook Cesena FC

2 Comments on “Smettetela di salutare la capolista, che porta sfiga…”

  1. però cantarlo contro il lecce dopo l uno a zero di bogdani è stato il top 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *