Un sexy Cesena spaventa i canarini, ma non li stende

Cesena-Modena
Condividi questo articolo

OPINIONI DI UN DIVANO –  Al 92° il Cesena compare all’improvviso nell’area del Modena: fra sorpresa e spavento ci scappano quasi i tre punti

Sono completamente d’accordo a metà con me stesso, ma solo parzialmente. Insomma, non ci ho capito niente del Cesena di quest’anno! Da D o da promozione no, questo mi è chiaro. Da playoff o da lotta nel fango (bassa classifica) non so. Il 50% pessimista di me stesso mi fa vedere tutto quello che non va e me lo amplifica, ma l’altro pezzo di me ripete ossessivamente: “Possiamo solo crescere e lo faremo. Possiamo solo crescere e lo faremo. Possiam…”. E basta, caz! Ho capito! Possiamo crescere. Ma il pessimista dice: “Lo faremo?”. Basta, voi due me stessi!!! Se no vi metto in castigo, sempre dietro ad azzuffarvi.

Dopo una bella passeggiata col Ravenna, a Cesena è arrivato il Modena e ci scappava da tutte le parti, tranne una. La rete. Le punte del Modena assomigliavano vagamente alla matita di uno che non trova più il temperamatite e così tutti i fuochi artificiali inevitabilmente si bagnavano al momento clou e facevano non più di una mezza scorreggina sotto porta (grazie amico palo, comunque). Niente botto. Il Modena di ieri mi ha dato l’impressione di essere un osso troppo duro da rosicchiare per noi, eppure, a differenza di altre volte, con un po’ di fortuna abbiamo portato a casa un’altra giornata senza reti sulla gobba (vedi Cesena lievemente insufficiente per tutte le testate). E questo è importante, molto importante per il morale, per la convinzione e ovviamente per la classifica.

Il centrocampo ieri ha visto un Ardizzone più a fuoco di altre volte, un discreto Steffè, la difesa ha ballato ma non è mai crollata, l’attacco la palla l’ha vista talmente poco che il Modena al 92° è rimasto sbalordito nel vedere tutta quella gente con la maglia rossiccia nella propria area di rigore. Un altro po’ e ci scappa la superbeffa. Non dico che il risultato è giusto, col Modena il risultato giusto sono sempre i tre punti per noi, però è andata così e poteva andare molto peggio. Perciò, dopo un altro orrido pomeriggio di calcio misero, aspettiamo tempi migliori e apprezziamo un altro passettino in avanti.

Quando la classifica si muove è sempre un movimento sexy. Chi non apprezza non capisce niente…


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *