SerieD – Tutto su spareggi, poule scudetto, playoff e playout

Logo SerieD 2018-2019
Invia l'articolo agli amici

CAMPIONATO – Il campionato di SerieD è terminato, ma la stagione prosegue e per diverse squadre ci sono ancora importanti obiettivi da conseguire

Fermo restando che il Cesena ha già ottenuto ciò che si era prefisso al momento stesso della sua (ri)nascita, ovvero l’immediato ritorno tra i professionisti, la stagione di SerieD prosegue con una gustosissima coda, un supplemento di partite che servirà ad emettere ulteriori importanti verdetti. In alcuni casi addirittura fondamentali, come ad esempio gli spareggi promozione (necessari in due dei nove gironi) ed i playout salvezza, in altri casi un po’ meno decisivi, visto che i playoff non assegneranno promozioni, ma solo posizioni in una graduatoria propedeutica ad eventuali ripescaggi in Lega Pro. C’è poi la poule scudetto, un mini torneo tra le vincitrici dei gironi di SerieD che assegnerà il titolo di Campione d’Italia dilettanti, un riconoscimento forse platonico, ma comunque prestigioso.

Promozioni in Lega Pro

Al termine dell’ultima giornata di campionato di SerieD (la 34^ o la 38^, a seconda del dimensionamento del girone), sette formazioni hanno già in tasca il biglietto per la Lega Pro 2019/20: Lecco, Como, Arzignano Chiampo, Pianese, Cesena, Picerno, Bari. Tra queste, è evidente lo strapotere delle lariane, Como e Lecco, che hanno infatti ottenuto una media punti altissima, addirittura superiore a due punti e mezzo a partita. Di contro, è risultato particolarmente difficile ed equilibrato il girone dal quale è emersa la Pianese, che ha conquistato la promozione con meno di due punti a partita.

Due raggruppamenti invece non hanno ancora incoronato il proprio vincitore, si tratta del Girone D, quello dove erano collocate anche le romagnole Classe e San Marino (divise tra loro da un solo punto, ma retrocessa la prima, ai playout la seconda), che ha visto Modena e Pergolettese chiudere alla pari, ed il Girone G, nel quale Avellino e Lanusei hanno realizzato lo stesso punteggio. Le ultime due promozioni si decideranno quindi con altrettanti spareggi in gara singola su campo neutro, da disputarsi domenica prossima, 12 maggio.

Poule scudetto

Mentre si disputano i due spareggi, le altre vincitrici iniziano a confrontarsi nella poule scudetto per provare a laurearsi Campione d’Italia dilettanti. La formula è piuttosto arzigogolata e prevede che le nove formazioni siano suddivise in tre triangolari: 1 [Lecco, Como e Arzignano], 2 [Vinc. D, Pianese, Cesena], 3 [Vinc. G, Picerno, Bari]. In ogni triangolare, ciascuna formazione giocherà contro le altre due un match di sola andata nelle seguenti date: domenica 12 maggio, domenica 19 maggio, mercoledì 22 maggio. La prima classificata di ogni triangolare (punti, scontro diretto, disciplina) e la migliore tra le tre seconde (punti, disciplina) accederà alle semifinali in campo neutro di venerdì 31 maggio, mentre la finale è prevista per domenica 2 giugno, anch’essa in campo neutro. Da segnalare che in queste ultime due partite (semifinale e finale) sono previsti i calci di rigore in caso di parità al 90′.

Per quanto riguarda il Cesena, il sorteggio effettuato ieri ha stabilito che il primo match del triangolare 2 sarà Pianese-Cesena, programmato per domenica 12 maggio alle 16:00 a Piancastagnaio, in provincia di Siena. La seconda partita, domenica 19 maggio, vedrà la perdente della prima partita (o la Pianese in caso di pareggio) sul campo della vincente dello spareggio tra Modena e Pergolettese. Infine, mercoledì 22 maggio, la vincente di Pianese-Cesena (o il Cesena in caso di pareggio) ospiterà la vincente di Modena-Pergolettese. E’ quindi certo che il Dino Manuzzi ospiterà un’altra partita (comunque vada, l’ultima), ma ancora non si conosce né la data, né l’avversario.

Playoff

E’ confermato il format in due turni. Partecipano alla prima fase le società classificatesi al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ognuno dei nove gironi. Le quattro squadre interessate si affronteranno in una gara unica (domenca 12 maggio) secondo questo schema: 2^ contro 5^ e 3^ contro 4^, gioca in casa quella con il miglior piazzamento in classifica. Lo stesso criterio determinerà il passaggio del turno qualora persistesse la parità al termine dei tempi regolamentari e degli eventuali supplementari. Le vincenti si incontreranno nella seconda fase, sempre in gara unica (domenica 19 maggio) con la squadra di casa individuata dal piazzamento ottenuto in campionato. Anche in questo caso il piazzamento in classifica determinerà la squadra vincitrice in caso di parità al termine dei tempi regolamentari e degli eventuali supplementari. Al fine di costruire la graduatoria definitiva da utilizzare per gli eventuali ripescaggi in Lega Pro, le nove squadre vincitrici saranno ordinate secondo i seguenti criteri: quoziente punti al termine del campionato; in caso di parità, miglior posizione in classifica al termine del campionato; persistendo la parità, la posizione migliore in Coppa Disciplina.

Dopo la disputa dell’ultima giornata (vedi SerieD #38 – Il Cesena è promosso in Lega Pro !) il Girone F propone dunque questi accoppiamenti: Matelica-Sangiustese e Recanatese-Pineto.

Playout

Partecipano a questa fase le squadre classificate dal 13° al 16° posto nei gironi A, B, C, D, H  e I e quelle dal 15° al 18° nei gironi E, F e G. Le squadre si affronteranno secondo questo schema: 13^ contro 16^ e 14^ contro 15^ nei gironi A, B, C, D, H  e I e 15^ contro 18^ e 16^ contro 17^ nei gironi E, F  e G. Le perdenti retrocedono in Eccellenza. Gioca in casa quella con il miglior piazzamento in classifica. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari ed eventuali supplementari, retrocedono in Eccellenza le squadre col peggior posizionamento in classifica.

Dunque, il Girone F designerà le due squadre che accompagneranno Castelfidardo ed Isernia in Eccellenza tramite queste sfide in programma domenica 12 maggio: Avezzano-Santarcangelo e Vastese-Agnonese.


Immagine tratta dal sito www.lnd.it/it/lega-nazionale-dilettanti

Commenta con Facebook

About Stefano Manzi

Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Destrosecco. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

View all posts by Stefano Manzi →