Composizione dei gironi oggi al Direttivo di SerieC

Logo LegaPro SerieC
Condividi questo articolo

CAMPIONATO – Sono 59 le squadre iscritte al campionato di SerieC: l’ultima Bisceglie o Cerignola. Oggi il Direttivo discuterà della composizione dei gironi

In SerieC, i posti vacanti all’inizio del mese di luglio (vedi Sei posti ancora vacanti per la SerieC 2019/20) sono stati assegnati la scorsa settimana dal Consiglio Federale, anche se si attende un’ulteriore coda per la completa definizione delle 60 squadre partecipanti. L’iter dovrebbe però completarsi nei prossimi giorni, una volta esaminati i due ricorsi pendenti e tutto dovrebbe essere definitivo entro il 25 luglio, giorno in cui verranno redatti i calendari del campionato 2019/20. Per quanto riguarda i gironi, si riunirà oggi il Direttivo della Lega Pro che discuterà dei criteri per la composizione.

Procediamo con ordine per riepilogare la situazione: entro la scadenza del 24 giugno hanno presentato domanda di iscrizione 57 dei 60 club aventi diritto, con la rinuncia di Albissola, Lucchese e Siracusa; successivamente, la domanda dell’Arzachena è risultata incompleta ed il club sardo è stato escluso, al pari del Foggia, che aveva sì presentato domanda, ma questa non era supportata dalle garanzie richieste; infine, in sostituzione del Palermo (che ripartirà dalla Serie D), il Venezia è stato riammesso alla Serie B. Per integrare le 54 formazioni così definite, il Consiglio Federale ha riammesso le retrocesse Fano, Paganese e Virtus Verona, poi ha ripescato dalla Serie D l’unica vincitrice dei playoff che ha fatto richiesta, il Modena, quindi, ha accettato anche la domanda dell’Audace Reggio che la finale playoff l’aveva persa contro i canarini. Il totale è quindi salito a 59, con l’ultimo posto che sarà assegnato ad una tra Bisceglie e Cerignola, alle prese con i rispettivi ricorsi.

Il Bisceglie è retrocesso lo scorso anno dal Girone C ed ha presentato domanda di riammissione, mentre il Cerignola era secondo nella graduatoria delle vincitrici dei playoff di Serie D, ma la rinuncia del Matelica lo ha posto come prima ripescabile ed il club pugliese ha presentato la relativa domanda. Entrambe le istanze sono però attualmente sotto osservazione per inadempienze infrastrutturali in merito agli impianti sportivi che devono ospitare le gare di SerieC. Fortunatamente, grazie alla vicinanza geografica delle due società (Cerignola è in provincia di Foggia, Bisceglie in provincia di Barletta-Andria-Trani) tale “ballottaggio” non incide più di tanto nella composizione dei gironi, l’argomento che più solletica la curiosità dei tifosi, anche di quelli del Cesena.

Come detto, in giornata si saprà qualcosa in più sulla composizione dei tre gironi, se non addirittura la configurazione definitiva, come ha ipotizzato ieri il Presidente della Lega Francesco Ghirelli in occasione della giornata di celebrazione dei sessant’anni della Serie C. Alle società non è stata data alcuna comunicazione ufficiale in merito, ma quello che è certo è che oggi si riunisce il Consiglio Direttivo e che tra i temi all’ordine del giorno c’è proprio la riflessione sulla composizione. Secondo le ultime indiscrezioni, pare che si manterrà la suddivisione su base geografica degli ultimi anni: il Girone A con le squadre del Nord (Centro) Ovest, il Girone B con le squadre del Nord (Centro) Est ed il Girone C con la squadre del Centro-Sud. Rispetto allo scorso anno, nel gruppo A dovrebbero arrivare dal B le lombarde Giana, Monza e Renate, il gruppo B dovrebbe “accorciarsi” e fermarsi all’altezza di Gubbio e Fermo e quindi comprendere le romagnole (Cesena, Imolese, Ravenna e Rimini), nel gruppo C dovrebbero infine scivolare Teramo e Ternana e trovare posto una tra Bisceglie e Cerignola.

Secondo questa ipotesi, al momento quella più accreditata, il Girone B dovrebbe essere così composto: Albinoleffe, ArzignanoChiampo, Audace Reggio, Carpi, Cesena, Fano, FeralpiSalò, Fermana, Gubbio, Imolese, Modena, Padova, Ravenna, Rimini, Sambenedettese, SudTirol, Triestina, Vicenza, Virtus Verona, Vis Pesaro. Già in serata potrebbero esserci le prime conferme da parte della Lega Pro, che nel frattempo, sempre per bocca del suo Presidente Ghirelli ha confermato l’attuale format dei playoff a 29, dopo alcune voci che suggerivano invece una revisione, poi non confermata.


Immagine tratta dal sito www.lega-pro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *