SerieC #14 – Il Vicenza torna in testa. Cesena +1 sui playout

Logo LegaPro SerieC
Condividi questo articolo

CAMPIONATO – Il Vicenza controsorpassa il Padova in vetta al Girone B di SerieC. Nelle retrovie vince solo il Modena ed il punto del Cesena diventa pesante

Diventa sempre più avvincente il testa a testa in vetta al Girone B di SerieC, fatto di sorpassi e controsorpassi tra Vicenza e Padova, con l’inserimento di un terzo incomodo piuttosto agguerrito come il SudTirol.  In coda invece si fatica parecchio a fare risultato e la situazione resta sostanzialmente invariata rispetto ad una settimana fa, con il Cesena che grazie al punto conquistato sabato sera si mantiene al di sopra della linea di galleggiamento.

Riavvolgiamo il nastro e torniamo alla 12^ giornata, quando il Padova fu fermato 1-1 a Piacenza, mentre il Vicenza stravinceva 3-0 a San Benedetto del Tronto, mettendo a segno il primo sorpasso: l’inerzia sembrava a favore dei berici, che potevano disporre dello scontro diretto casalingo la domenica successiva per prendere definitivamente il largo. Invece il Padova reagì brillantemente e mise a segno il colpo al Romeo Menti (0-1), riprendendosi la testa della classifica. Poi ieri un nuovo ribaltamento di fronte: il Padova è stato sconfitto in casa 1-0 dal SudTirol, mentre il Vicenza di Domenico Di Carlo ha vinto per la terza volta consecutiva in trasferta, 3-0 ai danni della Triestina. Di questo avvincente duello sta approfittando il SudTirol (13 punti nelle ultime 5 partite) che ora è secondo in classifica con 29 punti, gli stessi del Padova ed uno in meno del Vicenza.

Non riesce invece a tenere il passo il Reggio Audace (27), che pareggia 0-0 a Cesena (vedi Cesena 0-0 Reggiana, le pagelle di Cesena Mio) una partita equilibrata sia nel gioco che nelle occasioni. Risale invece il Carpi (26), corsaro 1-0 ad Arzignano, che ora chiude il quintetto delle squadre che si avviano a giocarsi la promozione diretta ed i posti migliori nella griglia playoff.

Franata generale per le squadre inviaschiate in zona retrocessione e playout, con la sola eccezione del Modena che supera 2-1 il Fano AJ, sempre più ultimo in classifica (10 punti) dopo  questa ennesima sconfitta, la quinta consecutiva. Un gradino sopra troviamo l’ArzignanoChiampo e l’Imolese, una squadra in ripresa, visto che con il pareggio 1-1 (vantaggio esterno di Bismark al 41′, pareggio di Voltan al 47′) strappato in casa della Vis Pesaro ha ottenuto il sesto punto nelle ultime 4 partite, tornando in corsa per la salvezza. Fanno indubbiamente gioco al Cesena (14) le sconfitte della Fermana (0-2 con la Virtus Verona) e del Gubbio (1-0 a Piacenza, dove il gol partita è stato realizzato da Paponi, il nono di questo campionato, sempre più leader tra i marcatori) che così restano a 13 punti, uno in meno dei romagnoli che allungano anche sui vicini di casa del Rimini (12), sconfitti nettamente 2-0 dalla Sambenedettese (Di Massimo al 72′, Frediani al 83′).

Chiuderà la 14^ giornata il posticipo di questa sera tra Ravenna e FeralpiSalò, con i romagnoli che vincendo si allontanerebbero in maniera decisa dalla zona rossa, mentre i bresciani potrebbero riavvicinare le zone nobili della classifica di SerieC dopo un periodo di appannamento cui è seguita la riscossa contro la Triestina una settimana fa.

Preview 15^ giornata

Scontro diretto delicatissimo domenica prossima (ore 17:30) per il Cesena a Gubbio, con le due formazioni divise da un solo punto in classifica. Altrettanto importante la sfida Rimini-ArzignanoChiampo in programma contemporaneamente al Romeo Neri. Il Vicenza può provare ad approfittare di un turno sulla carta favorevole, visto che ospiterà il Ravenna, conoscendo già il risultato del Padova che anticiperà sabato sera a Salò: curioso il fatto che il Feralpi posticipi questo turno ed anticipi il prossimo, avendo quindi a disposizione addirittura due giorni in meno per preparare la partita. Chiudiamo le segnalazioni del 15° turno di SerieC – Girone B con il match SudTirol-Sambenedettese di domenica alle 15:00.


Immagine tratta dal sito www.lega-pro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *