San Nardino e il Bomberone ribaltano il Matelica

Matelica-Cesena
Condividi questo articolo

OPINIONI DI UN DIVANO:  Al 85′ di Cesena-Matelica, il Divano getta la spugna, si abbiocca e sogna gol e patate. Poi il cellulare si arroventa

Non farò finta di avere visto tutta Matelica-Cesena. Non tutta in una volta, intendo…

La Strategia Antivirus
In questi pomeriggi di DPCM, complice l’età avanzata, la pigrizia, la digestione e altri undici o dodici fattori, tendo all’abbiocco, sicuramente favorito dalla circostanza che sono un umarell a libro paga dell’INPS. Fuori infuria il virus e io reagisco duramente: dormo. In sintesi, da bravo pensionato cerco di non gravare ulteriormente né la sanità né le pompe funebri (toccatina) ed esco quando serve e con prudenza.

Il mio pasto libero (Mogol-Battisti-Chicca)
Domenica a casa Divano si celebrava il mio pasto libero. Libero dal regime alimentare feroce che mi è stato imposto recentemente dalla dittatura sanitaria della Chicca. La quale, essendo biologa nutrizionista e anche molto brava ed avendo purtroppo avuto libero accesso alle mie ultime analisi, mi ha inchiodato il frigorifero. Scherzo, Chicca, eh!?! No, in realtà per mangiare mangio, mangio anche con una certa abbondanza, ma è sparito quasi tutto il buono della vita, dal calice di vino (ne resta uno alla settimana) agli affettati (zero), alle patate (zero) a… Beh, non sono qui per annoiarvi più del solito o per farvi piangere. Devo dire che il regime (parola azzeccata) alimentare funziona e mi sento meglio. Un po’ triste ma sono più “lieve” e orgoglioso della mia eroica resistenza alle tentazioni. Normalmente, dunque, si tira la cinghia, ma domenica a pranzo,  è scattato il “liberi tutti” settimanale. Non immaginatevi chissà che, ci scappa la pizza, c’è il calice di vino e insomma è comunque baracca. Come quando si poteva strisciare due volte il pane nella pancetta appesa sopra al tavolone della cucina. Una volta, quando la fame c’era davvero… Altro che i “sacrifici” di noi Obelix!

Porcini uber alles = Occhio bazzotto
A farla breve, domenica, fra le pizze a spicchi della Signora (porcini uber alles) e il calice di Muller Thurgau, mi apprestavo ad assistere a Matelica-Cesena con l’occhio un po’ bazzotto. Quando il dovere chiama, però, il Divano risponde. E quindi, fra un trucco e l’altro per stare attento (che vi rivelerò un’altra volta), ho resistito, immusonito, fino all’ottantacinquesimo. L’arbitro fischia il rigore per il Matelica. L’uno a zero sta per trasformarsi in un 2-0. Va sul dischetto sempre quello del primo gol, Leonetti… Lo sbaglia lo sbaglia lo sbaglia! Lo fa, che dio lo strafulmini.

Sognando gol e patate
Spengo il computer e appoggio il capino sul cuscino, lascio che la palpebra scenda giù a mo’ di saracinesca. Un sonno ristoratore mi avvolge e sogno patate, affettati e gol a grappoli. Quando mi sveglio è già buio e il cellulare lampeggia. La chat di Cesena Mio è torrida, ci sono torrenti di messaggistica. Arrivo a leggere gli arretrati fino a “Vuoi vedere che la pareggiamo?” poi chiudo la chat e smetto di leggere. Riprendo il computer e guardo la registrazione da dove l’avevo lasciata. Cuore in gola, concentrazione massima. Lo sapete già come è finita. Lo strabomber Bortolussi l’ha fatto ancora e poi ancora (ma che dire di questo Zecca, bambini?)! Un 2-2 alla disperata (vedi Matelica 2-2 Cesena, le pagelle di Cesena Mio).

San Nardino para per noi
Cosa gli vuoi dire a una squadra così, che ti fa incazzare per 85 minuti? Niente, ut tocca ad ste zett, perché poi ti regala quei dieci minuti di follia e tu ti ritrovi piano piano sempre più innamorato di questo branco di matti. Pensa te se giocassimo così anche gli altri 85 minuti. Pensa te se avessimo perfino un centrocampo. Saltiamolo, dico io, dopo ci pensano là davanti. E didietro c’è sempre San Nardino. Vaivaivai che ci si diverte.


Immagine tratta dalla pagina facebook www.facebook.com/ssmatelicacalcio

2 Comments on “San Nardino e il Bomberone ribaltano il Matelica”

  1. Smettila Max (P.Conte, Max) 🙂 Sempre complimenti, così mi tocca continuare ad ammorbarvi con le mia cavolate !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *