“Guardatevi allo specchio”: che ricordi Cesena-Modena!

Cesena-Modena guardatevi allo specchio
Condividi questo articolo

NONTISCORDARDIME’ – Dopo quattro anni tornano a sfidarsi Cesena e Modena. L’ultimo derby al Manuzzi premiò gli uomini di Drago che si imposero 2-0

Dopo la vittoria di Gubbio il Cesena vuole dare seguito al risultato positivo ottenuto in trasferta, specie per far sorridere la classifica parzialmente risollevata la scorsa settimana. Domani pomeriggio (ore 17.30) la squadra allenata da Modesto ospiterà al Manuzzi i cugini del Modena, che in classifica hanno tre punti in più dei bianconeri. La sfida tra queste due corregionali per alcuni anni si è giocata anche in Serie B: l’ultima sfida ufficiale risale difatti al campionato cadetto 2015/16. Era il 22 settembre 2015 e nella sfida del Manuzzi i bianconeri prevalsero per 2-0 con reti di Perico e Cascione.  A fine stagione il Modena chiuse 21° in classifica e retrocedette in C. Il successivo fallimento canarino (e in seguito quello bianconero) hanno separato le strade in questi ultimi quattro anni delle due squadre che però domani si rincontreranno.

Passando invece a periodi di ben altro splendore, al culmine della stagione 2013/14 Cesena-Modena valeva addirittura la Serie A. Quella squadra guidata al 5° posto da Walter Novellino, dai 20 gol di Babacar e dagli esperti Dalla Bona, Granoche e Sasà Bruno si trovò di fronte ai bianconeri nella semifinale play-off. Vista la migliore classifica dei ragazzi di Bisoli il ritornò si giocò al Manuzzi, con un Cesena forte del vantaggio di 0-1 maturato al Braglia (rete del solito Marilungo). Sembra di ricordare quel caldissimo pomeriggio di giugno. La Curva Mare accoglie l’ingresso delle due squadre con una delle più belle coreografie viste negli ultimi anni in riva al Savio: un enorme telo copre il settore da capo a piedi, in lungo e in largo. Il maxi-lenzuolo recita “A difesa della nostra città”. Lo skyline della rocca Malatestiana fa da contorno.

In campo, allora come oggi, ci sono De Feudis ed Agliardi. A scuotere la partita è una clamorosa traversa di Babacar da almeno 20 metri, con Agliardi praticamente battuto. Il vantaggio cesenate arriva con Marilungo, lesto a ribattere in rete una parata del portiere modenese su tiro di D’Alessandro. Da respinta a respinta è un attimo, con Manfrin che sigla il pari replicando in rete una sassata di Babacar su punzione. Il resto fu il fischio finale e le due sfide con il Latina, ma questa è un’altra storia. Da segnalare inoltre il bellissimo striscione apparso in Curva Mare nel derby del dicembre 2004, quando gli ultras del Cesena presero in giro i rivali modenesi proponendo loro di guardarsi allo specchio: che ricordi!

I precedenti

Precedenti al Manuzzi: 20

Vittorie Cesena: 14

Vittorie Modena: 2

Pareggi: 2


Immagine tratta dal sito rossoverdi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *