Reggiana: stato di forma, statistiche e curiosità

Reggiana-Cesena
Condividi questo articolo

AVVERSARI – La Reggiana ha recentemente rallentato il passo rispetto ad un girone di andata mostruoso, tuttavia ci precede di ben 14 punti

Il Cesena, dopo la brutta (ok, bruttissima) prestazione di Pescara, incontra uno degli avversari più forti in assoluto del Girone B: bisognerebbe solo augurarsi che questa Reggiana abbia contratto la “sindrome del Cavalluccio”, ovvero muoversi a balzelli, incapace di seguire un percorso lineare. In una parola, essere discontinui.

A supporto di questa teoria, parlerebbero i soli 7 punti messi assieme nelle ultime 4 partite, non prorpio pochi in senso assoluto, ma comunque un sintomo di rallentamento: due vittorie casalinghe (contro Vis Pesaro e Pontedera), ma anche una sconfitta ed un pareggio esterni, tra l’altro contro squadre non certo di prima fascia come Lucchese e Ancona. La classifica, di conseguenza, al momento parla di un secondo posto a 3 lunghezze dalla capolista Modena, pur comunque ad una distanza siderale (addirittura 14 punti) dagli occupanti il gradino più basso del podio, che per ora siamo noi. Il miglior marcatore dei granata ad oggi è Larini (14 reti), seguito da Zamparo (12) e Neglia (5). 

E’ certamente viva nella nostra memoria la gara di andata, quando, va detto soprattutto grazie ad uno strepitoso Nardi, il Cesena riuscì a strappare un ottimo 0-0, rischiando anche il colpaccio con il palo clamoroso colpito da Ardizzone dalla distanza (vedi Buon Cesena, ma la Reggiana ha qualcosa in più (Eresie ep. 15)).

Nel corso della sua storia (fu fondata nel 1919, ma poi di nuovo nel 2005 ed ancora nel 2018), la Reggiana ha partecipato a 7 campionati di Serie A, raggiungendo come massimo risultato il quattordicesimo posto nella stagione 1993/94; ha inoltre vinto un campionato di Serie B, uno di C a girone unico ed una Supercoppa di Serie C2. Grazie a questo parlmares, la squadra di Reggio Emilia occupa il quarantesimo posto nella classifica generale delle squadre di calcio professionistiche in Italia.

La tifoseria, infine, è storicamente gemellata con i pari grado del Vicenza e della Cremonese e intrattiene buoni rapporti anche con i tifosi del Genoa; le  rivalità più sentite  sono  invece quella con il Parma e con il Modena, ma ci sono anche altre tifoserie nei confronti delle quali non scorre, come si dice, buon sangue, tra cui c’è anche quella del Cesena.


Immagine tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *