Ravenna 2-2 Cesena, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Ravenna-Cesena
Condividi questo articolo

PAGELLE – Un brutto  Cesena riacciuffa il Ravenna negli minuti grazie a Di Gennaro, autore di una doppietta tra l’87’ e il 90+1′

A Cesena, nessuno avrebbe pensato di esultare per un pareggio in extremis contro il Ravenna, ultima della classe e reduce da 17 partite senza vittoria, eppure il punto racimolato dai bianconeri nei minuti finali ha il sapore di un vero e proprio miracolo… La partita sembrava infatti essere finita dopo 75 minuti, quando Papa aveva portato i suoi in vantaggio di due reti. Dopo aver subito al 9′ la prima rete di Ferretti, la squadra di Viali era apparsa compassata e nervosa, con tantissimi gli errori in fase di impostazione, tra cui quello clamoroso di Steffè al 40′, pagato con il cartellino rosso per fallo da ultimo uomo. Nonostante tutto però, trascinato da un grandissimo Di Gennaro, il Cesena è incredibilmente riuscito ad evitare la sconfitta e a rimontare sul 2-2 proprio con la doppietta dell’ex Lazio, il cui ingresso in campo è stato decisivo. Con questo punticino contro il fanilino di coda, il Cesena resta ottavo a pari merito con la Sambenedettese, la prossima avversaria. Queste le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 6: i padroni di casa centrano la porta soltanto in occasione delle due reti messe a segno: sul primo gol, il portiere bianconero è ostacolato da Sereni, il cui posizionamento irregolare ne ostruisce la visuale, mentre in occasione del secondo devia sul palo la conclusione ravvicinata dello stesso Sereni, non potendo però poi far nulla sul tap-in di Papa.

LONGO 5: per un suo errato movimento, Papa trova lo spazio per entrare in area e servire a Ferretti l’assist per l’1-0. Dopo questo episodio perde anche diversi contrasti, venendo pure ammonito.

DAL 46′ MUNARI 6,5: impatto positivo sul match per l’ex Torino che sulla fascia destra riesce ad andare al cross diverse volte, creando decisamente più problemi al Ravenna rispetto a quanto fatto da Zappella nel primo tempo. E’ anche il primo a tirare verso lo specchio della porta avversaria, seppur soltanto al 78′.

RICCI 6,5: primeggia sulle palle alte, dirigendo il reparto con la consueta esperienza. Un pò sorpreso in occasione del raddoppio ravennate, con Sereni che lo brucia calciando sul palo e favorendo il tap-in di Papa. Contribuisce alla prima rete di Di Gennaro, lanciando dalle retrovie per l’assistman Nanni.

GONNELLI 5,5: molto meno sicuro del solito sia con il pallone tra i piedi che nell’aggredire gli avversari. Scivola nel finale portando alla conclusione da buona posizione Sereni, sul quale è provvidenziale Ciofi.

FAVALE 6: conduce diverse azioni sulla sua corsia, senza però concretizzare più di tanto, a volte anche per colpa dei comapgni.

ZAPPELLA 5: è ben controllato da Perri, che di rado gli lascia lo spazio giusto per colpire. Da rivedere anche in fase difensiva.

DAL 46′ CAPELLINI 6: nell’inedita posizione di mediano nel centrocampo a due, si fa apprezzare per qualche pallone recuperato, lasciando comunque l’impostazione della manovra a Di Gennaro.

PETERMANN 5: la sua prestazione rappresenta perfettamente quella di tutta la squadra, almeno fino all’ingresso di Di Gennaro: lento e privo di idee, non riesce nemmeno a vincere dei gran duelli in mezzo al campo.

DAL 55′ DI GENNARO 7,5: con il suo ingresso i bianconeri cominciano a farsi vedere con insistenza nella metà campo avversaria. Strattonato, perde il pallone da cui nasce il 2-0 del Ravenna, ma nonostante ciò non si abbatte, guidando la squadra alla rimonta: prima sigla un bellissimo gol di prima intenzione su assist di Nanni, poi mostra a Caturano come si batte un calcio di rigore decisivo a pochi minuti dal termine.

STEFFE’ 4: l’incredibile svarione, commesso per imperdonabile leggerezza, gli costa il cartellino rosso. E per pochissimo non condanna alla sconfitta la sua squadra.

BORTOLUSSI 5: non riesce mai ad accendersi, anche per via dell’ottima prestazione della difesa ravennate. Anche per questo, esce quando manca ancora più di mezz’ora da giocare. Praticamente invisibile per 55 minuti.

DAL 55′ CATURANO 5: porta un po’ più di vivacità alla manovra, dialogando tanto con i compagni e non è un caso che il pallone sia prima passato dai suoi piedi in occasione di entrambi i gol. Non è però concepibile sbagliare ancora una volta dagli undici metri (per la terza volta in stagione), a quel punto della partita ed in quella situazione di punteggio, calciando peraltro così malamente.

NANNI 6: la sua prestazione sarebbe stata insufficiente se la sua partita fosse finita al 80′. Nel finale però si riscatta e prima si guadagna un calcio di rigore, poi serve l’assist per la rete di Di Gennaro.

RUSSINI 5,5: poco supportato dai compagni nel primo tempo, è comunque uno dei pochi a rendersi pericoloso, ma poi è in netto calo nella ripresa.

DAL 65′ CIOFI 6,5: è lui a involarsi verso l’area e a crossare per Nanni in occasione del primo dei due calci di rigore. Ed è sempre lui a mettere in ghiaccio il risultato nel finale, immolandosi su Severi.

ALL. VIALI: partita parzialmente condizionata dagli errori arbitrali (molti dubbi su entrambe le reti del Ravenna) e dal cartellino rosso preso da Steffè, ma al di là di ciò il Cesena è stato davvero troppo brutto nel primo tempo. E stavolta contano zero le solite scusanti, visto che il Ravenna era messo peggio del Cesena sotto ogni punto di vista.


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

One Comment on “Ravenna 2-2 Cesena, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Il cesena senza Di Gennaro, da play out e il cesena con Di Gennaro da primi posti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *