Prima storica trasferta sul campo della Feralpisalò

Feralpisalò 2019/20
Condividi questo articolo

NONTISCORDARDIME’ – Domani pomeriggio (ore 17.30) il Cesena sfida in trasferta per la prima volta nella sua storia la Feralpisalò

La sconfitta ai rigori in Coppa Italia contro il Piacenza ha fatto male al Cesena, che nel corso di tutta la partita ha creato tantissime occasioni senza però riuscire a far male agli emiliani se non con la rete nel primo tempo di Sarao, che ha risposto al vantaggio del difensore Pergreffi (vedi Il Cesena domina, il Piacenza segna. E il Divano si incazza…). Eliminati quindi dalla competizione, la squadra allenata da Modesto si rituffa immediatamente sul campionato, dove domani pomeriggio sfiderà in trasferta la temibile Feralpisalò.

La società lombarda nasce nell’estate del 2009 a seguito dell’unione tra i biancoverdi dell’AC Feralpi Lonato di Lonato del Garda e i biancoblù dell’AC Saló dell’omonima cittadina. Le due compagini facevano parte della provincia di Brescia ed erano entrambe reduci dal campionato di D 2008/09. L’unione delle tinte sociali del club diede origine all’accostamento del verde e del blu del nuovo club, che assunse la denominazione ufficiale di Feralpisalò. L’iniziativa venne patrocinata dal Feralpi Group, holding bresciana del settore siderurgico, il cui patron Giuseppe Pasini assunse altresì la presidenza del club.

Non essendo Lonato del Garda dotata di un campo omologato per disputare le partite casalinghe (la Feralpi infatti giocava le proprie gare interne al campo “Tre Stelle” di Desenzano), il nuovo sodalizio optò per giocare allo stadio Turina di Salò. Della società salodiana venne mantenuta la matricola federale, valida per iscriversi all’allora seconda divisione (cui l’AC Salò era stato ammesso dopo il quarto posto nel girone D della Serie D). Alla sua prima stagione nel campionato di Seconda Divisione 2009/10, la nuova squadra verdeblù disputa un ottimo campionato chiudendo al quarto posto con sole cinque sconfitte. Ai play-off sarà battuta solo dal Legnano in semifinale (sconfitta 2-1 in casa e pareggio 0-0 in trasferta). Nella stagione seguente la formazione lombarda riesce a ottenere la storica promozione in Prima Divisione grazie alla vittoria sulla Pro Patria in finale play-off (3-2 per i bresciani il risultato aggregato).

Gli ex

Tra le fila avversarie giocherà Davide Mordini, che qualche anno fa, da giovanissimo, ebbe una bella parentesi in maglia bianconera. L’esterno classe ’96 ritroverà dunque i suoi ex compagni, avendo giocato con la maglia del Cesena due partite in Serie B nel campionato 2017/18. Da segnalare però come Mordini abbia mosso i primi passi proprio nel settore giovanile del Cesena, prima di essere girato in prestito a Santarcangelo e Recanatese (con la quale in D segnerà poi tre gol).


Immagine tratta dal sito ilsussidiario.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *