Altre positività in casa Cesena: stop pressoché scontato

Centro Sportivo Rognoni - Villa Silvia di Cesena Gubbio
Condividi questo articolo

QUI VILLA SILVIA – Come si temeva, l’esito del primo giro di test molecolari ha confermato un “focolaio” nel gruppo squadra del Cesena

Se già le sconfitte in casa con la Virtus Verona ed in trasferta con la Triestina (vedi Il Cesena capitola a testa alta in quel di Trieste) avevano minato le ambizioni del Cesena, ora il maledetto Coronavirus (vero fattore decisivo di questo campionato) potrà influenzare ancora più negativamente le sue sorti sportive. Infatti, il timore emerso già venerdì si è rivelato fondato e con ogni probabilità nelle prossime ore assisteremo alla sospensione dell’attività agonistica del Cavalluccio per almeno un paio di settimane, come previsto dai protocolli sanitari, una situazione già vissuta nel nostro girone da Carpi ed Arezzo. 

Dopo il rinvio ufficiale della gara contro il Perugia in programma stasera (rinvio richiesto dal Cesena, che così si è giocato il jolly stagionale), ieri pomeriggio si sono allenati solamente in cinque a Villa Silvia, ovvero coloro che non hanno preso parte alla trasferta giuliana, i tre infortunati (Caturano, Gonnelli e Munari) ed i due neo acquisti (Di Gennaro e Sorrentino). Infatti, dopo le due positività già riscontrate prima di Triestina-Cesena (Russini e Ardizzone) si sono aggiunte quelle di Bortolussi, di Viali, di un ragazzo della Primavera “aggregato” alla prima squadra e di un membro dello staff tecnico. Successivamente, altri componenti il “gruppo squadra” hanno accusato alcuni sintomi e stamane la società ha diramato il seguente comunicato: “Il Cesena FC comunica che i test anti Covid-19 a cui, nella giornata di ieri, sono stati sottoposti i componenti del gruppo squadra hanno accertato cinque positività (tre calciatori e due membri dello staff tecnico) che vanno ad aggiungersi a quelle precedentemente comunicate. Il club ha dato immediata informazione all’Ausl e attivato il protocollo vigente. Domani il gruppo squadra verrà sottoposto ad una nuova sessione di test molecolari”.

In questa situazione, dopo il rinvio della partita contro il Perugia, è pressoché certo che anche la sfida di domenica pomeriggio sul campo della FeralpiSalò verrà rinviata. Questa volta però, non basterà chiedere il rinvio alla Lega, visto che certamente sarà l’AUSL Romagna a prendere l’iniziativa, sospendendo le attività del Cesena per un paio di settimane. Conseguentemente verrebbero rinviate anche le sfide contro Gubbio e, probabilmente, contro il Fano AJ, andando così ad intasare ulteriormente il calendario dei mesi di marzo ed aprile.

Ma tutto questo è assolutamente secondario, perché di fronte al virus non si scherza e la massima cautela è doverosa.


Immagine tratta dal sito cesenatoday.it

2 Comments on “Altre positività in casa Cesena: stop pressoché scontato”

  1. @max purtroppo penso che non ci sia uno stacco significativo tra fine quarantena – prima partita 🙁

  2. mi potreste chiarire una cosa? se stanno 2 settimane senza allenarsi, prima di ricominciare a giocare gli danno una possibilità di rimettersi in forma o ricominciano a giocare cosi.. “a secco”? questo aspetto farà la differenza perchè giocare senza allenarsi porta a perdere le partite e a infortunarsi. in quest’ottica potrebbe essere veramente un disastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *