Pontedera: forma, ex e curiosità

Pontedera
Condividi questo articolo

AVVERSARI – Indubbiamente il pericolo numero uno nelle file del Pontedera è Simone Magnaghi, il capocannoniere del campionato

Il Cesena prosegue il suo campionato schizofrenico. Dalla gara di Imola molti infatti si sarebbero aspettati una conferma delle due precedenti vittorie: niente da fare. Dopo questo mezzo passo falso, ora i bianconeri di Viali sono attesi da una nuova gara lontano dalle mura amiche, quella insidiosa di Pontedera.

Anche se nell’immaginario collettivo il Pontedera rischia di restare sempre e solo quella che sconfisse 2-1 la Nazionale alla vigilia dei mondiali americani del 1994 (vedi Avversari: U.S. Città di Pontedera), non sarebbe giusto sminuire il comunque buon campionato sin qui disputato dalla compagine toscana: ottavo posto solitario in classifica, frutto di 6 pareggi e 10 vittorie, due delle quali ottenute nell’ultima e penultima gara, oltretutto fuori casa nei derby contro Lucchese (1-2) e Pistoiese (0-1). Un avversario in forma, dunque, che ha come miglior marcatore Simone Magnaghi, il capocannoniere del campionato con ben 15 reti, seguito con molto distacco da Milani e Mutton (3 reti a testa). Il portiere Riccardo Melgrati, recentemente arrivato dall’Imolese, è l’ex di giornata, essendo stato di proprietà del Cesena dal 2012 al 2018, senza però aver mai conquistato il posto da titolare ed avendo quindi subito una lunga serie di prestiti e rientri alla base (Como, SudTirol, Pro Vercelli, Prato), prima di essere svincolato nell’estate del 2018 in seguito al fallimento dell’AC.

L’allenatore del Pontedera è Ivan Maraia, che in carriera è stato anche vice di Galderisi e Semplici.

La gara di andata, nonostante la vittoria del Cesena, lasciò ugualmente un po’ di amaro in bocca ai tifosi per un secondo tempo giocato male. Infatti, il Cavalluccio per poco non si vide rimontare il doppio vantaggio, siglato da Bortolussi e Tonin. Da segnalare in quella occasione la bella prova di Favale, contraltare di un Pierini che doveva evidentemente ancora completare il rodaggio.

Da visitare in città il Museo Piaggio ed il caratteristico Parco dei Salici, mentre tra i piatti tipici segnaliamo senz’altro l’agro e dolce, l’arista alla toscana e la bistecca di maiale con le rape.


Immagine tratta dal sito www.uspontedera.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *