Pontedera: aneddoti, curiosità e stato di forma

Pontedera-Italia 1994
Condividi questo articolo

AVVERSARI – Clamoroso il risultato che nel 1994 fece salire la formazione toscana agli onori della cronaca: Pontedera 2-1 Italia

Se oggi in molti conoscono o hanno sentito nominare il Pontedera (denominazione completa Unione Sportiva Città di Pontedera) è soprattutto per merito della celebre vittoria a danno della Nazionale Italiana: il 6 aprile 1994 infatti, durante un’amichevole in preparazione agli imminenti Campionati del Mondo di calcio, gli azzurri di Arrigo Sacchi vennero superati per 2-1 dalla compagine toscana, scatenando un notevole battage mediatico, anche in considerazione del fatto che, in quel momento, i toscani militavano in Serie C2.

Sono in tutto 27 le partecipazioni alla terza serie italiana, la quale ad oggi rimane il massimo livello raggiunto dai granata, assieme alla vittoria del torneo anglo-italiano nel 1985. Tra i giocatori del passato in comune con il Cesena possiamo citare Rocco Cotroneo e soprattutto il centrocampista Mario Ansaldi, che vestì la maglia bianconera  dal 1989 al 1991, calcando quindi anche i campi della Serie A. Anche altri giocatori di buon livello hanno vestito la casacca del Pontedera, come ad esempio Graziano Mannari, grande talento mai completamente espresso, e il portiere Giulio Drago, bandiera dell’ Empoli (dei quali detiene ancora il record di imbattibilità in serie A), il quale era in porta proprio durante la famosa partita contro l’Italia.

Nell’attuale campionato, i toscani hanno raccolto 11 punti, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte, l’ultima delle quali in casa contro la Lucchese; interessante come, ad oggi, il percorso fuori casa del Pontedera sia particolarmente negativo, con solo un punto guadagnato, curiosamente proprio contro la Vis Pesaro.

La tifoseria coltiva rapporti di forte rivalità soprattutto con realtà calcistiche corregionali, in particolare Viareggio e Ponsacco, ma anche Siena, Prato, Massese e Pistoiese; non sono invece segnalati gemellaggi di sorta. Interessante, infine, come tra i sostenitori illustri della squadra toscana ci fossero anche Umberto Agnelli ed Enrico Piaggio, che ebbe anche un ruolo di Presidente Onorario, stante la figura di rilievo in città per il grande impulso che le diede grazie all’azienda che porta il suo nome.


Immagine tratta dal sito gianlucadimarzio.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.