Playoff SerieC #2 – Stop Cesena, avanti Bari e Palermo

Nuovo Logo LegaPro SerieC
Condividi questo articolo

CAMPIONATO – Tre vittorie casalinghe, un pari e due successi esterni nel secondo ed ultimo turno preliminare dei playoff promozione di SerieC

Erano impegnate diverse “nobili decadute” in questo secondo turno preliminare dei playoff di SerieC, mentre altre attendono le superstiti al primo turno nazionale che andrà in scena domenica. Purtroppo, senza il Cesena e nemmeno il Foggia, con invece (tra le altre) il Bari ed il Palermo che, indubbiamente, per blasone e numero di tifosi sono le big del torneo. Vediamo allora com’è andato questo secondo turno, ancora incentrato su sfide intra-girone, due per ciascun raggruppamento.

Girone A

La Pro Vercelli di mister Modesto conferma il pronostico e, nonostante un’avversaria molto ostica come la Juventus under 23, passa il turno: decisivo il gol di Costantino al 82′, anche se il pareggio comunque avrebbe qualificato i vercellesi. Avanti anche l’Albinoleffe, costretto alla rimonta da un volitivo Grosseto, passato in vantaggio con Polidori al 20′, ma poi raggiunto e superato nella ripresa da Manconi al 55′ e Canestrelli al 74′, Alle due vincitrici si aggiungeranno anche Alessandria e Renate, rispettivamente seconda e terza nella regular season che ha visto la promozione diretta del Como.

Girone B

Davvero clamoroso (e a tratti discutibile) quanto accaduto al Dino Manuzzi di Cesena (vedi Cesena 2-3 Matelica, le pagelle di Cesena Mio,) con i bianconeri che prima rimontano il doppio vantaggio del Matelica (Magri al 37′ e Calcagni al 50′), grazie alle reti di Di Gennaro al 69′ e Ardizzone al 90’+6, poi però subiscono il gol della sconfitta al 90’+8 (con 5 minuti di recupero assegnati, poi prorogati di uno) ad opera di Balestrero, servito sugli sviluppi di un’azione palesemente fallosa. Una sconfitta che fa molto male ai romagnoli, che avevano anche fallito un calcio di rigore con Bortolussi a fine primo tempo sul punteggio di 0-1. L’altro match del girone vedeva impegnato il FeralpiSalò che ospitava la sorprendente Virtus Verona, eliminata solo per peggior piazzamento in campionato, dopo il pareggio 1-1 maturato sul campo (Guerra al 19′, Pittarello al 56′). Qui entreranno in gioco altre tre squadre, in virtù della miglior quarta piazza del Modena, che accompagna SudTirol e Padova, dopo che il Perugia si è già aggiudicato il pass per la Serie B.

Girone C

Infine il raggruppamento meridionale, quello più carico di storia calcistica. Il Palermo, 7° in stagione, elimina la Juve Stabia, 5^, vincendo 2-0 a Castellammare con le reti di Valente al 18′ e Saraniti al 67′. Prosegue la corsa anche il Bari, che vince in maniera netta (3-1) il sentitissimo derby contro il Foggia (Marras e due volte D’Ursi per i padroni di casa, Di Jenno per gli ospiti). A queste due formazioni, che in passato hanno frequentato la Serie A, se ne aggiungono ora altre due come Catanzaro ed Avellino.

Per la fase nazionale, come detto, entrano in gioco anche le squadre meglio classificate nei tre gironi di SerieC al termine della regular season, anche se le seconde godranno di un altro bye. Ora le sei qualificate dalla fase preliminare, le tre terze e la miglior quarta (totale 10 squadre) si affronteranno con accoppiamento a sorteggio e ne resteranno 5, cui si aggiungeranno le tre terze per comporre il quadro dei quarti di finale e, successivamente, la final four che assegnerà la quarta promozione in Serie B.


Immagine tratta dal sito www.lega-pro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *