Piovono gol a Cesena: vittoria e salvezza matematica!

Cesena-Chievo femminile
Condividi questo articolo

Serie B …E LE RAGAZZE? Cesena-Chievo 4-2: la mano di Ardito si vede e il Cesena porta a casa con pieno merito l’intera posta!

Tante belle notizie dall’Orogel Stadium Dino Manuzzi. Un Cesena finalmente sugli scudi strapazza il Chievo (decimato dalle assenze) e lo rimonta dilagando per il 4-2 finale che non ammette discussioni.

Anche una pioggia insistente è presente per non farsi mancare proprio nulla. L’orgoglio bianconero è difeso e portato alto nel bellissimo stadio di Cesena, che incornicia una vittoria dai molteplici risvolti. Il nuovo mister Ardito ha cambiato la colonna sonora con costanti chiamate a correggere e migliorare posizioni e azioni in campo. E il suo vice più di lui a ficcare in testa alle ragazze che la musica è cambiata e che in campo si sta come dice il nuovo staff! C’era davvero bisogno di una ventata di aria fresca sulle ragazze, che ora sembrano rinate. Con il senno di poi, è facile oggi dire che questo passo sarebbe stato da fare già alcuni mesi fa, (vedi Calciomercato Serie B femminile: vento del nord), visto che le avvisaglie erano tutte chiare per chi le voleva vedere.

Ora il processo di crescita della squadra può finalmente riprendere da dove si era interrotto. È tanto però il lavoro da fare per il nuovo mister e poche le quattro partite rimaste in questo campionato per mettere a punto tutto e tutti. Dobbiamo solo sperare che mister Ardito rimanga per un paio di anni almeno, anche se personalmente ho sempre l’impressione che il calcio femminile appartenga totalmente alle ragazze in ogni suo dettaglio e sfumatura e che un lavoro completo e migliore possa essere svolto solo da un mister donna, anche se ovviamente i tecnici di qualità di sesso femminile sono ancora piuttosto rari.

La nostra ex Michela Franco non è presente a centrocampo nelle file avversarie per positività da covid ed il Chievo si presenta con notevoli differenze qualitative ed anche diverse assenze (Gidoni, Salas, Piergallini, Verrino). Quella in campo è infatti solo una lontanissima parente della squadra che ci aveva rifilato il 4-0 dell’andata. Manca anche Marenic, trasferitasi alla Torres per aiutare le sarde in zona retrocessione.

E’ comunque il Chievo a passare subito in vantaggio con Peretti al 1′ con un tiro non irresistibile che Pavana non riesce a respingere sulla linea della porta. Il Cesena però non ci sta e da una mischia al limite dell’area avversaria è Galli a trovare un tiro angolatissimo che sorprende il portiere Boaglio. E’ appena il 7′ ed è già 1-1. Passano cinque minuti e Dahlberg si improvvisa ala ricevendo da Galli. Salta un’avversaria e crossa il pallone in velocità, Petralia intercetta facendosi trovare pronta in anticipo sul difensore e con un comodo appoggio realizza la rete. Gol e Cesena in corsia di sorpasso! La partita si riaccende solo più tardi, all’inizio del secondo tempo, quando il Chievo da una verticalizzazione manda sotto stress la nostra difesa e si guadagna un calcio di rigore per un tocco di mano di Casadei, che non si aspettava un colpo di tacco aereo di Dallagiacoma. Trasforma Boni per il provvisorio 2-2. Tutto da rifare dunque per il Cesena che si rimette al lavoro per costruire gioco ed occasioni. Ed è al 53′ che Galli si invola, tagliando il campo per ricevere da Zanni e viene atterrata appena fuori dall’area dal portiere avversario: l’arbitro è invece di altro avviso e decreta un calcio di rigore a nostro favore. Petralia esegue e nuovo vantaggio per noi.

La partita cresce di intensità con il Chievo che tenta di riprenderla attraverso nuovi innesti dalla panchina. Ma è da una verticalizzazione, questa volta del Cesena, che la nostra Costi, non potendo mancare al festival del gol, si inventa una zampata delle sue: Galli intercetta in mezzo al campo e mette palla diretta su Costi che stoppa il pallone di sinistro alzandolo appena per colpire istantaneamente di destro. Ne esce un pallonetto sul portiere che indietreggiando non ci arriva: un gol stupendo, preparato sulla visualizzazione preventiva della posizione del portiere avversario. Esecuzione perfetta unita ad una immediata intuizione, un vero colpo di genio. E’ solo il 58′, ma il Cesena amministra il risultato fino al 94′.

Entrano Musolino, Bernardi e Bizzocchi nel finale. Si rivede anche Cuciniello di rientro dal covid. Ma è su Galli che vorrei porre un bel tratto di evidenziatore: partita immensa la sua. Questa ventenne in prestito dall’Inter ha trovato la quadratura in squadra e si intende a meraviglia con Costi; ora ha anche trovato quella fiducia che prima le mancava, visto che finalmente gli equilibri interni si sono rinnovati con l’arrivo del nuovo mister. Bravissima e molto intelligente a capire le varie fasi di gioco a cui prendere parte. Una partita da incorniciare la sua, anche perchè  è stata presente in ognuno dei nostri 4 gol.

Questa vittoria ha sancito la matematica salvezza del Cesena, visto che le prossime 4 partite mettono in palio solo 12 punti, quantità che non permette a ProSesto e Palermo di raggiungere i nostri attuali 30 punti. Fissa però anche la prima retrocessione certa di questo campionato: la Roma Calcio Femminile retrocede infatti in Serie C, pur avendo ancora una partita in più da recuperare. Per noi il campionato ritorna il primo maggio, sempre in casa, questa volta a Martorano, contro il Tavagnacco in cerca di punti in chiave salvezza. Finalmente per noi le prossime quattro partite saranno disputate a mente sgombera, alla sola ricerca del puro divertimento! Forza CESENA!

Il tabellino del match

Cesena: Frigotto, Pavana, Carlini, Casadei, Pastore, Zanni (73′ Casadio), Georgiou, Dahlberg (89′ Musolino), Petralia (89′ Bizzocchi), Galli (73′ Cucciniello), Costi (87′ Bernardi)
A disposizione: Pignagnoli, Nagni, Simei, Costa
Mister: Michele Ardito

Chievo: Boaglio, Caliari (69’ Mele), Salaorni (56′ Tardini), Zanoletti, Bolognini (69′ Fancellu), Boni, Mascanzoni (56′ Pecchini), Salimbeni, Peretti, Dallagiacoma, Alkhovik
A disposizione: Olivieri, Pecchini, Tunoaia
Mister: Giacomo Venturi

Reti: 1′ Peretti (CH), 7′ Galli (CE), 13′ Petralia (CE), Boni 47′ rigore, (CH), 55′ Petralia rigore (CE), 62′ Costi (CE).

Arbitro: Andrea Trani di San Benedetto del Tronto
Assistenti: Matteo Lauri di Gubbio  e Massimiliano Cirillino di Roma
Ammonite: Pastore (CE), Salaorni (CH), Frigotto (CE)

Risultati, classifica e prossimo turno

Cesena-Chievo - Risultati altri campi 24apr2022

Classifica femminile 24apr2022

Prossimo turno 1mag2022

Women’s Champions League

Barça-Wolfsburg Champions League 2022

Che partita venerdì scorso! C’erano nuovamente 90mila spettatori al Camp Nou per Barcelona-Wolfsburg 5-1, andata di semifinale di Women’s Champions League, uno spettacolo meraviglioso ed esaltante. Il tiki-taka di quelle che oramai sono mostri sacri imbattibili e devastanti per ogni avversario hanno divertito il pubblico con giocate precise e spesso a tagliare la difesa di un Wolfsburg impotente, che ha dovuto mostrare tutti i propri limiti, seppur elevati (!). Ancora Alexia Putellas a livelli inarrivabili: L’ispiratrice principale del bel gioco del Barça. Buoni passaggi, ha spesso tagliato fuori l’ultima linea di difesa ed ha mostrato una vera leadership, oltre a firmare un assist e due gol. Tanto movimento e sempre coinvolta nel gioco offensivo.” Questo sanciva inequivocabilmente la Commissione Tecnici Osservatori UEFA al termine della partita.

A seguire, domenica si è disputata anche la seconda partita di semifinale Olympique LyonnaiseParis Saint Germain finita 3-2 con tantissime emozioni e l’utilizzo determinante del VAR, arrivato finalmente anche a questi livelli. Vantaggio iniziale di Katoto per il PSG, poi doppietta di Macario per il Lione e quindi un rigore per parte. Il ritorno a Parigi sarà da brividi, anche perché le due squadre non si sono risparmiate colpi al limite e con la qualificazione in bilico, lo spettacolo non ne potrà che guadagnare! 

Prossimo appuntamento Champions al femminile sabato 30 aprile. Alle ore 18:00 Wolfsburg-Barça e alle ore 21:00 PSG-Lyon! SPETTACOLONE! (sempre gratis sul canale DAZN di YouTube)

Ho infine il dovere di informare del rientro di Ada Hegerberg (primo pallone d’oro assoluto nel femminile) in nazionale norvegese per disputare i prossimi europei inglesi: una notizia da prima pagina (prossimo focus sulla compagine norvegese per saperne di più…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.