Pensieri pasquali del Settore O: il Cesena, don Guido e gli auguri

Cesena-Mantova
Condividi questo articolo

CRONACHE DEL SETTORE O – Il Cesena  non va oltre lo 0-0 casalingo contro il Mantova, ma è un buon pareggio che muove la classifica

Dopo la bella vittoria nel recupero di mercoledì contro il Gubbio, ieri al Cesena non si poteva chiedere molto di più. Un’altra giornata col fiato corto, perché oltre ai soliti assenti Maddaloni, Ardizzone, Capanni, Zecca, Di Gennaro, Borello e Collocolo, ieri contro il Mantova, sul terreno amico dell’Orogel Stadium, ha iniziato dalla  panchina anche bomber Bortolussi.

Gara bloccata nei primi 45 minuti, con numerosi sbagli da una parte e dall’altra, ma che non hanno causato grossi pericoli per i portieri. Nel secondo tempo, un leggero aumento del ritmo ma non succede nulla fino al 93′ quando l’arbitro dichiara terminato il match, nonostante Viali abbia provato ad inserire Bortolussi negli ultimi 35 minuti. Né Munari, né Russini sono risultati ispirati come mercoledì e neppure Caturano, vittima di troppi falli soprattutto nel primo tempo, riesce ad incidere sul match. I migliori in campo sono quindi stati i difensori, che da una parte e dall’altra hanno fatto buona guardia alle rispettive porte, difese da Tosi per i rossi mantovani e Nardi per i bianconeri romagnoli.

In definitiva, un buon punto che tiene entrambe in corsa per i playoff, specialmente il Cesena che mantiene i due punti di vantaggio e che deve recuperare ancora la partita col Ravenna, fanalino di coda che potrebbe portare alla squadra di Viali quei punti che servono per tornare a ridosso della parte nobile della classifica o comunque in buona posizione. La partita è stata priva di sussulti  e quindi noiosa, ma bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno: un punto è arrivato e alla fine potrebbe risultare prezioso. I tifosi del Settore O, anche se qualcuno avrà storto un po’ il naso pensando di bissare la partita d’andata finita 4-0, sono comunque soddisfatti. L’importante è muovere la classifica e quando ci sono tanti motivi di sofferenza è meglio prendere quel poco che viene.

A margine, consentitemi di commentare una triste notizia per i tifosi ed un altro pezzo della nostra storia che non c’è più: in settimana è scomparso Don Guido Rossi, 82 anni, già non in buone condizioni di salute che ha contratto il tremendo virus e ci ha purtroppo lasciati. Storico parroco di San Mauro in Valle, cappellano al CAPS e guida spirituale del Cesena negli anni ’70 e ’80, è stato un grande personaggio nella nostra città. Ho avuto la fortuna di conoscerlo personalmente quando l’ho intervistato per Cesena Mio (vedi “Celebravo la messa e mi sono trovato di fronte…Castori!”), insieme al collega ed altrettanto tifoso Don Paolo Foschi della parrocchia di Torre del Moro. RIP.

Venendo a noi, godiamoci serenamente questa Pasqua, sperando che sia l’ultima con le chiusure e le zone colorate e si possa tornare presto allo stadio per seguire la nostra squadra: buona Pasqua a tutti dalla redazione di Cesena Mio!


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *