Le pagelle raccontano un deludente Cesena

Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Il Cesena fornisce una prestazione anonima a Pesaro, dove viene superato da un squadra tutt’altro che irresistibile

Abbiamo iniziato in Serie B e proseguito in Serie D, non senza le difficoltà tipiche di un campionato dilettantistico, con poche informazioni e non sempre facilmente reperibili. Ora che il Cesena è tornato tra i professionisti, noi, per il terzo anno consecutivo, proponiamo “Analisi Pagelle”, la rubrica post partita attraverso la quale presentiamo settimanalmente ai nostri lettori la raccolta ben ordinata delle pagelle assegnate dai media ai giocatori bianconeri. Questa raccolta ci consente di confrontare le nostre pagelle con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio: il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato nel classico voto, risulta infatti confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni che seguono la tabella relativa a Vis Pesaro-Cesena di domenica.

Inutile negarlo, alla ripresa delle ostilità ci si aspettava un Cesena del tutto diverso da quello che invece è sceso in campo al Benelli di Pesaro, anonimo, arrendevole e senza idee. E la sconfitta per 1-0, al di là degli episodi, nemmeno troppo fortunati per i bianconeri, pare il logico epilogo della sfida, che probabilmente il Cesena non meritava di perdere, ma troppo poco ha fatto per evitarlo. Difesa incerta negli episodi chiave, centrocampo povero di alternative tattiche ed attacco evanescente non potevano far altro che confezionare una battuta d’arresto che probabilmente fa più male al morale che non alla classifica (vedi SerieC #20 – Bagarre in coda: tornano alla vittoria Rimini e Imolese), in attesa della controprova sabato prossimo contro la Virtus Verona al Dino Manuzzi.

Un dato ben riassume quanto espresso dalle pagelle delle testate che si sono occupate del match: su 13 giocatori valutati, ben 10 sono risultati insufficienti, con una media complessiva di 5,52. Tra i singoli è evidente la giornata storta di Maddaloni, il protagonista in negativo del calcio di rigore regalato a Lazzari che ha poi realizzato dal dischetto il gol partita: per il difensore centrale un  pessimo 4,60 di voto medio, figlio di quattro 4,5 ed un 5. Molto male anche Butic (media 5,00), così come Russini (5,10). Come detto, ottengono la sufficienza nelle pagelle solo tre uomini: Zampano con 6,10 (un 6,5 e quattro 6), Marson e Valeri, entrambi con una media di 6,00.

Sotto la lente la variabilità dei giudizi attribuiti a Sabato, il quale ha ottenuto una media di 5,30, ma con voti che stranamente variano da 4,5 a 6,5…

Non supera l’esame nemmeno mister Modesto, che si ferma a 5,33 con un 5 e due 5,5, e conferma la giornata negativa della sua squadra.

Infine, la consueta occhiata al metro di giudizio delle varie testate, ieri molto vicine tra loro che un’oscillazione minima rispetto alla media generale. Cesena Mio e Il Resto del Carlino si sono poste all’estremo inferiore con 5,38 (-0,14 rispetto alla media complessiva), mentre BlackWhiteSkin e TuttoCesena con 5,65 (+0,13) si sono attestate all’estremo opposto, ovvero quello dei più magnanimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *