Pagelle ancora insufficienti dopo il punto di Ravenna

Condividi questo articolo

ANALISI PAGELLE – Dopo due sconfitte consecutive, il Cesena agguanta un pareggio a Ravenna che però non soddisfa appieno. Valeri il migliore

Abbiamo iniziato in Serie B e proseguito in Serie D, non senza le difficoltà tipiche di un campionato dilettantistico, con poche informazioni e non sempre facilmente reperibili. Ora che il Cesena è tornato tra i professionisti, noi, per il terzo anno consecutivo, proponiamo “Analisi Pagelle”, la rubrica post partita attraverso la quale presentiamo settimanalmente ai nostri lettori la raccolta ben ordinata delle pagelle assegnate dai media ai giocatori bianconeri. Questa raccolta ci consente di confrontare le nostre pagelle con quelle altrui, ovvero quelle dei colleghi che si cimentano nello stesso esercizio: il giudizio sulla prestazione di ogni singolo giocatore, sintetizzato nel classico voto, risulta infatti confrontabile grazie all’analisi grafica che presentiamo. Essa offre anche lo spunto per una serie di interessanti considerazioni che seguono la tabella relativa a Ravenna-Cesena di ieri.

Se da un lato il punticino conquistato a Ravenna consente al Cesena di interrompere la serie di due sconfitte consecutive, dall’altro non convince più di tanto il modo in cui è stato ottenuto, visto che gli avversari non sono sembrati un granché ed il primo tempo è stato giocato davvero male dai bianconeri. La riscossa nella ripresa è stata veemente ed ha portato al gol di Valeri che ha pareggiato quello di Nocciolini in chiusura di prima frazione, ma l’impressione è che quando manca la giocata del singolo o l’episodio fortunato, il Cesena fatichi davvero tantissimo a costruire occasioni importanti. E anche quando lo fa, spreca malamente, come accaduto a Butic nel primo tempo e a Zerbin nel secondo. Complessivamente, il Cesena viene valutato con un 5,82 di voto medio, insufficiente seppur di poco e comunque in ripresa rispetto al voto ricevuto mercoledì dopo la sconfitta interna con il SudTirol.

Analizzando le pagelle dei singoli, spicca la buona prestazione di Valeri, autore del gol decisivo e di una bella partita sulla fascia di competenza: per l’esterno romano un bel 6,90 di voto medio, risultato di quattro 7 ed un 6,5. Pienamente sufficienti anche i veterani Agliardi e De Feudis (6,20 medio per entrambi), così come Rosaia e Zerbin (6,10 la loro media). Passando ai giudizi negativi, risulta subito evidente la sofferenza del reparto difensivo, dove Ciofi e Sabato ottengono una media di di 5,20, appena meglio di Sarao, che con 5,10 è stato valutato come il giocatore più in difficoltà. Rimandato anche Capellini (5,40), mentre risultano più lievi le altre insufficienze.

Interrompe la striscia di bocciature consecutive Francesco Modesto, che stavolta ottiene un 6,17 medio (due 6 ed un 6,5).

Infine, la consueta occhiata al metro di giudizio delle varie testate che hanno redatto pagelle. Anche stavolta Cesena Mio (vedi Ravenna 1-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio) è stato il giudice più severo con una media di 5,75 (-0,07), mentre tuttocesena con 5,87 (+0,05) si pone all’estremo opposto, seppur con una differenza molto ridotta.


Foto di Davide Casadei

One Comment on “Pagelle ancora insufficienti dopo il punto di Ravenna”

  1. La media voti più bassa è quella di Sarao (5,10), con tutta evidenza il più in difficoltà ad interpretare il modulo di Modesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *