Come il “Depo”, ordine e talento contro il Covid-19

Ordine e talento contro il Covid-19 - Deportivo La Coruna 2002
Condividi questo articolo

LETTURE ANTIVIRUS – Anche la Spagna sta adottando misure restrittive contro il Covid-19: il nostro Jaime racconta una bella storia che ci insegna qualcosa

In tempi di emergenza sanitaria e di misure restrittive per contrastare il maledetto virus Covid-19, anche in Spagna oltre che in gran parte dell’Europa, torna sulle pagine di Cesena Mio l’amico Jaime, che da Madrid ci racconta qualla volta che…

Il 6 marzo 2002 è stato un giorno importante per la storia dei calcio mondiale: il Real Madrid ha compiuto cento anni. Era appena stato nominato dalla FIFA come miglior club del XX secolo e per celebrarlo la federazione spagnola aveva scelto il Santiago Bernabéu per la finale di Copa del Rey, nonché il giorno in cui giocarla, proprio il 6 marzo. Tutto fu quindi organizzato per il Real Madrid, cui mancava solo di vincere quella Coppa. Ma non è andata così… A sorpresa, il trofeo è stato vinto da una piccola squadra del nord della Spagna, fino a quel momento senza titoli e senza storia. Davide ha vinto contro Golia. Quel giorno il Deportivo La Coruña ha vinto contro tutto e contro tutti. Perché? Com’è stato possibile?

La risposta fu  inequivocabilmente fornita dal suo storico allenatore, il leggendario Arsenio Iglesias (nato il 24 dicembre 1930 a La Coruña, prima giocatore e poi per 453 partite allenatore fino al 1995) in un’intervista. Un uomo anziano e semplice, distante dal fascino delle stelle del calcio e dalla luce dei riflettori. La sua risposta fu semplice e di sole due parole: ordine e talentoIl calcio è ordine e talento. Con solo una di queste due qualità, si può costruire una buona squadra, ma non una squadra vincente. L’ordine nel quale ciascuno sa cosa che deve fare, ciascuno al proprio posto, ognuno facendo la propria parte, combattendo nella proprio piccola porzione di campo, per il bene comune. Ma anche il talento di non fare cose spettacolari, ma di scegliere sempre l’opzione migliore a favore dell’obiettivo finale, ovvero vincere la partita.

In questa difficile partita contro Covid-19, anche noi abbiamo bisogno di ordine e talento per vincere. Ordine: tutti a casa, difendendo la nostra parte del campo di gioco, obbedendo all’allenatore. Talento: decidere sempre pensando al collettivo e non all’individuo, pensa alla famiglia, al quartiere, alla città, alla nazione. Ordine e talento.

Vinceremo, compagni, fratelli! Salute.


In assenza di attualità sportiva, in questo momento così difficile e particolare delle nostre vite, Cesena Mio continua a far compagnia ai propri lettori, moltissimi dei quali chiusi in casa nel rispetto dei decreti e delle ordinanze. Storie, racconti e spunti di riflessione, a tema ed anche off-topic (ma non troppo) nella nuova sezione Letture Antivirus.

Immagine tratta dal sito onefootball.com/it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *