Giancarlo Oddi, la ventunesima leggenda bianconera

Oddi leggenda bianconera
Condividi questo articolo

BIANCONERO VINTAGE – Nell’intervallo della partita tra Cesena e Padova è stato premiato Giancarlo Oddi, un uomo simbolo del Cesena

Giancarlo Oddi, calciatore con ruolo difensore, è nato nel 1948, a Roma il 23 luglio, al Tufello, che all’epoca era la più bella borgata di Roma, un posto speciale. Si porta dietro da sempre quel soprannome, “Tufello”, che non gli è mai pesato perché oggi dire ad uno che è un borgataro è quasi un’offesa. Giancarlo ha portato dentro di sè il ragazzo della sua borgata. Oddi non ha mai avuto i piedi buoni alla Vincenzo D’Amico e neanche la visione di gioco di Mario Frustalupi: i suoi piedi non erano raffinati, ma mostra il carattere agonistico ed una grinta infinita. Nato leader, è sceso in campo per la prima volta nell’Almas, tesserato all’età di 15 anni. Dotato di un buon fisico, arriva a Cesena come centrocampista e viene trasformato prima in mediano di copertura e poi in difensore, cosicché nel 1967 venne scelto dalla Lazio. Ed ecco che arriva la grande occasione, nell’ultima giornata di campionato a Reggio Emilia, il 23 giugno del 1968: esordisce in serie B contro la Reggiana. La stagione successiva va per un anno in prestito a Sora, in serie D, a fare un po’ d’esperienza. Poi in serie B alla Massese dove colleziona ben 30 presenze.

Nell’estate del 1971 lo chiama il grande mister della Lazio, Tommaso Maestrelli. Gioca 10 partite nell’annata della promozione in serie A e poi lo promuove definitivamente titolare. Nel campionato 1973/74 la consacrazione con la conquista dello scudetto. In coppia con Wilson, il capitano, suo caro amico negli anni d’oro per la Lazio, forma quella che per due anni viene considerata la coppia difensiva centrale più forte d’Italia, con la miglior difesa del campionato. Dopo il trionfale scudetto con Chinaglia, “Long John” entra nel giro della Nazionale che sta preparando i Mondiali in Germania assieme a tanti suoi compagni: Re Cecconi, Wilson, Pulici. Nei primi mesi del 1974 viene chiamato dal selezionatore unico della nazionale Italiana, Valcareggi, e fino all’ultimo resta in corsa per conquistare una maglia azzurra per i Mondiali, ma alla fine gli viene preferito lo juventino Morini. Dopo la scomparsa prematura di Maestrelli quella bella Lazio non c’è più. Il nuovo mister Corsini, arrivato al posto di Maestrelli, convince il presidente Lenzini a vendere Frustalupi al Cesena in cambio del suo pupillo Brignani. Anche Oddi, senza mai un malanno, una squalifica, dopo 90 partite su 90 giocate da titolare in tre anni, si ritrova fuori dalla Lazio, spedito anche lui da Corsini a Cesena.

Insieme al grande Mario Frustalupi arriva al Cesena in cambio di Ammoniaci e Brignani, ed il Cesena tocca la vetta della sua storia calcistica centrando la qualificazione in Coppa UEFA l’anno successivo. Nel Cesena Oddi trascorre otto lunghi anni tra serie A e serie B diventando uno dei pilastri della squadra bianconera e un uomo simbolo del Cesena stesso, sicuramente tra i giocatori più amati dai tifosi della vecchia ‘Fiorita’. Una nuova retrocessione nel 1983 mette fine alla storia in Romagna: 289 presenze in quel momento, nella classifica di tutti i tempi, lo fanno sentire una bandiera solo alle spalle dell’immenso Giampiero Ceccarelli. Roma e Cesena, in sintesi la grande avventura calcistica di Giancarlo Oddi; uno scudetto con la Lazio nel 1973 e poi otto anni con il Cesena dal 1975 al 1983. Una volta chiuso con il calcio giocato, quando decide di intraprendere la carriera da allenatore, Giancarlo Oddi torna a casa.

Queste le parole di Oddi:Prima di venire a Cesena due anni prima avevo rifiutato la Juve pur di stare alla Lazio, così quando mi proposero di venire in Romagna, protestai. Costretto accettai, ho fatto l’affare della vita. A Cesena sono stato benissimo, ho trovato moglie e ci vivrei volentieri, anche se a Roma ho tutto“! Noi tutti possiamo con orgoglio affermare: una leggenda con la maglia del Cesena!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *