Sono passati nove anni, ma il cuore batte ancora forte: Piacenza-Cesena nella storia!

Piacenza-Cesena 0-1
Condividi questo articolo

FLASHBACK – Esattamente nove anni fa, il Cesena conquistava la promozione in Serie A dopo diciannove anni nell’indimenticabile giornata di Piacenza

Un po’ come un anniversario di matrimonio o di nascita, per chi ama il Cavalluccio, il 30 maggio non potrà mai essere una data qualunque e priva di ricordi. La maggior parte di voi ricorderà con gioia e affetto quella giornata, che coincise con il ritorno in Serie A della squadra bianconera dopo vent’anni di astinenza. Per i pochi che non dovessero ricordare con precisione cosa successe a Piacenza, ecco il racconto di quel 30 maggio 2010:

Piacenza 0-1 Cesena
Marcatore: 47′ Parolo

PIACENZA (4-3-3): Puggioni 5.5 (15’st Bianchi 6); Avogadri 5.5, Rincon 6 (43′ pt Iorio 6), Tonucci 6 (12’st Capogrosso ng), Bini 6; Sambugaro 6, Amodio 5.5, Greco 5.5; Guerra 5, Cani 5, Guzman 6. A disp.: Parfait, Piccolo, Foti, Simon. All.: Ficcadenti 6.

CESENA (4-3-1-2): Antonioli ng; Ceccarelli 6, Volta 6, Piangerelli 6, Lauro 6; Segarelli 6, Parolo 7 (32’st Djuric ng), Giaccherini 6.5; Colucci 6; Malonga 6 (13’st Schelotto 6), Do Prado 6 (46′ pt G. Greco 6). A disp.: Tardioli, Biasi, Franceschini, Bucchi. All.: Bisoli 7.

ARBITRO: Banti di Livorno 6

Beh, ora non ci sono proprio più scuse per nessuno, non potete non ricordare quella giornata: oggi sono nove anni dalla gloriosa promozione in Serie A festeggiata sul campo del Piacenza grazie alla vittoria per 0-1 firmata dalla rete di un giovane ma già decisivo Marco Parolo. Per chi come me quel giorno era sui gradoni del “Garilli” indimenticabile è la marea e la festa dei 7000 tifosi bianconeri arrivati per riportare in Romagna la massima serie che mancava da ben 19 anni (vedi Revival delle storiche promozioni: che gioie a Verona, Piacenza e Latina!).

Sarebbe riduttivo però parlare di quell’annata solo per l’ultimo match senza nominare anche altre sfide che hanno segnato la stagione:

• 14a giornata, il Cesena di mister Bisoli impegnato sul campo dei padroni di casa del Mantova in un match che entrò di diritto negli annali storici per ciò che successe nei 90′. Per ben due volte infatti l’estremo difensore dei bianconeri Antonioli ipnotizzò dagli 11 metri due diversi attaccanti biancorossi e per rendere ancora tutto più  speciale ci pensò il neoentrato Christian Bucchi con un preciso colpo di testa ad indirizzare la vittoria verso la città Malatestiana.

• 40a giornata, al Via del Mare va in scena il big match di giornata con Lecce-Cesena a caccia di punti decisivi per la promozione, con i pugliesi pronti a festeggiare anche in caso di pareggio. Pronti e via e sono proprio i padroni di casa a trovare subito il vantaggio con Munari e a sfiorare anche la rete del raddoppio nei minuti seguenti con Marilungo. Volgeva verso il termine un match abbastanza sottotono per Giaccherini & co. quando dal nulla il francese Malonga trafisse Rosati con un clamoroso tiro che scheggiò la traversa ed entrò in rete. Nonostante la vittoria sfumata, i giallorossi con l’1-1 sarebbero stati ugualmente promossi in Serie A per cui la rete ospite non spaventò più di tanto; ma quando sembrava finita, a gelare l’intera città di Lecce fu ancora Mimmo che deviò una punizione di Colucci e segnò il definitivo 2-1.

Se mettiamo a confronto la rosa di quella stagione con quella appena terminata sono solamente due  i superstiti ancora oggi in maglia bianconera: Antonioli, passato nel frattempo da portiere a vice allenatore, e capitan De Feudis, tornato dopo varie esperienze lontano dalla Romagna. Nonostante abbiano preso negli anni strade diverse, Giaccherini e Parolo si possono considerare come i “giovani emergenti” di quella squadra, attese rispettate con carriere giocate in club prestigiosi in Serie A. Con l’augurio più vivo e caloroso di rivivere giornate indimenticabili per un’intera città come è stata quella della promozione del 2010, speriamo già da domani di poter scrivere una pagina della nostra storia accedendo alla finale scudetto del campionato dei Dilettanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *