Montevarchi, il terz’ultimo avversario del ritorno

Montevarchi
Condividi questo articolo

AVVERSARI – L’Aquila Montevarchi 1902, società della città più popolosa della Valdarno, è la squadra di calcio più antica della Toscana

Mi perdonerete se io aspetto ancora un po’ prima di festeggiare il terzo posto. Certo, la solida prova offerta contro l’Entella e, soprattutto, i 3 punti guadagnati, potrebbero far dormire sonni tranqulli a molti, ma io conosco troppo bene il Cesena e lo tifo da troppi anni per non sapere che dal Cavalluccio ci si può sempre aspettare di tutto. Parlando di playoff, ad esempio, nessuno poteva veramente pensare che dopo il gol di Ardizzone al 90’+4 non saremmo riusciti a passare il turno contro il Matelica. E invece…

Diciamo allora che, per sentirmi più tranquillo, avrei proprio bisogno di una vittoria a Montevarchi: attenzione però, perchè i nostri avversari non navigano certo in acque tranquille, a 38 punti con l’Olbia davanti e la Viterbese alle spalle e, soprattutto, con i soli 4 punti messi insieme in altrettante partite, frutto di una vittoria, un pareggio e due sconfitte, patite contro Imolese e Vis Pesaro. Insomma, scenderanno in campo con il proverbiale coltello fra i denti. Come pericolo numero uno, occhio al miglior marcatore dei toscani, Gambale, che ha realizzato 11 reti, seguito a notevole distanza da Barranca e Jallow con 5.

Il nostro solito tuffo nella memoria ci dice che la gara d’andata ( vedi Cesena 3-1 Montevarchi, le pagelle di Cesena Mio) non la ricorderemo tanto per il rotondo e convincente 3-1 a nostro favore (un toccasana, dopo la sconfitta in casa dell’Entella nel turno precedente) e probabilmente nemmeno per la doppietta di Bortolussi, quanto invece per il primo gol tra i professionisti del giovane Tommaso Berti, seguito da una comprensibile e commossa esultanza, ancora davanti agli occhi di molti.

Nel caso in cui qualche tifoso si mettesse in viaggio per la cittadina toscana, lo informiamo che tra le principali mete turistiche di Montevarchi ci sono sicuramente le due piazze principali (Piazza Vachi e Piazza Vittorio Veneto) e la “Via dei Musei”, che comprende al suo interno il Museo di Arte Sacra, quello Paleontologico e quello del Cassero. Per quanto riguarda il cibo, infine, consigliamo la bistecca di maiale con le rape, il bucellato toscano e le cipolle farcite.


Immagine tratta dal sito www.montevarchi.tuscany.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *