Aquila Montevarchi 4-0 Cesena, le pagelle di Cesena Mio

Montevarchi-Cesena pagelle
Condividi questo articolo

PAGELLE – Imbarazzante, obbrobrioso Cesena: cade 4-0 in casa del Montevarchi e dilapida il vantaggio in classifica accumulato una settimana fa

Un Cesena imbarazzante perde l’ennesima partita contro una squadra modesta, che oggi sembrava lanciata verso la Serie B e invece sta lottando per evitare i playout. Questa volta è il turno dell’Aquila Montevarchi festeggiare su una compagine irriconoscibile, che avrebbe dovuto dare tutto per cementare un terzo posto che sarebbe a dir poco fondamentale in ottica playoff. Ma del resto, se la mentalità del Cesena è questa, a poco servirà partire dagli ottavi e avere il fattore casalingo dalla propria parte. Nel primo tempo i bianconeri non superano la metà campo e si fanno sovrastare in tutto e per tutto dai toscani, che trovano il gol del vantaggio con una bellissima conclusione di Lischi dalla distanza. Passano dieci minuti e, oltre alla totale assenza di reazione da parte degli ospiti, il Montevarchi trova addirittura il raddoppio con Gambale, abile a sfruttare una dormita inspiegabile di portiere e difesa. Nella ripresa le cose sembrano andare pure peggio, con Gambale che si divora un gol clamoroso, prima del 3-0 di Jallow sull’ennesimo regalo bianconero. Mister Viali pensava acqua, ma non tempesta: al 90′ sigilla la partita la perla di Carpani per il 4-0 finale. Di seguito le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 4,5: spesso impreciso con i rilanci, non si capisce il motivo per cui non intervenga sul cross al rallentatore di Barranca, che si trasformerà poi in assist per la rete di Gambale. Miracoloso su un tentato autogol di Ardizzone, ma a quel punto serve a poco.

CANDELA 4,5: uno dei pochi a provare qualche sortita offensiva nel nulla più generale. Poco aiutato dai compagni, si spegne alla distanza senza riuscire a incidere.

ALLIEVI 4,5: comincia bene la partita con un paio di anticipi di livello, ma poi sprofonda insieme a tutta la retroguardia bianconera nel corso della seconda metà del primo tempo. Salva sul finale della prima frazione il gol praticamente fatto di Gambale per il potenziale 3-0.

POGLIANO 4: disastrosa prestazione del centrale ex Novara, che invece domenica scorsa aveva giganteggiato contro califfi come Merkaj e Magrassi. Non la prende mai di testa e si fa mangiare dai brevilinei esterni avversari.

DAL 62′ ZECCA 4,5: mai convolto nella manovra bianconera, anche perché in realtà di manovra non c’è neanche l’ombra.

FAVALE 4,5: è sparito il Favale di inizio stagione. Spinge a intermittenza sulla fascia ma non indovina un cross che sia uno, colpendo a ripetizione i difensori locali. Dorme sul gol del 2-0 di Gambale.

DAL 46′ GONNELLI 4,5: il momento più rilevante della sua partita risale alla metà della ripresa, quando urla in faccia all’arbitro testualmente: “Ci stanno prendendo per il culo”. Eh sì, presi proprio in giro dall’Aquila Montevarchi.

FRIESER 4: viene il dubbio che i romagnoli abbiano acquistato il cugino scarso del giocatore che ha giocato e segnato addirittura in Champions League.

DAL 71′ TONIN 5: basterebbe avere la sua voglia per meglio figurare contro squadre modeste come quelle di questo campionato. Prova qualche sortita offensiva senza particolare fortuna, ma almeno ci mette quello che gli altri non hanno profuso sul campo: l’impegno.

ARDIZZONE 4: dopo l’exploit di domenica scorsa, è tornato il giocatore “ammirato” nel corso di questa stagione: sempre in ritardo sul pallone, perde una palla sanguinosa a fine primo tempo che avrebbe potuto chiudere i giochi con un tempo d’anticipo. Tenta l’euro autogol sul finire della partita ma Nardi ci mette una pezza.

STEFFÈ 4: nasce da un suo errore inspiegabile la rete del 2-0 del Montevarchi. In mezzo al campo viene sempre sovrastato dai giovani giocatori toscani e non riesce a mettere la sua firma in interdizione.

PIERINI 4: dovrebbe essere lui a trascinare la squadra ma quest’oggi spettatore non pagante. Si abbassa spesso sulla linea dei centrocampisti per avviare la manovra, ma oggi proprio non ce n’è. Nel finale regala la sanguinosa palla del 3-0 a Jallow.

DAL 76′ BRAMBILLA SV

BORTOLUSSI 4: ma a cosa serve un attaccante che segna un gol in 17 gare? Almeno prima qualche buona sponda la faceva. Sostituito giustamente all’intervallo.

DAL 46′ CATURANO 4,5: pochissima qualità nel grigiore di questo pomeriggio, ingresso che non sposta minimamente l’equilibrio della gara.

PITTARELLO 4,5: si fa notare leggermente di più rispetto al compagno di reparto, ma di testa non ne prende una e col pallone tra i piedi fa sempre la cosa sbagliata. Gol annullato nel finale per fuorigioco.

ALL. VIALI 3,5: per quanto mi riguarda, lo avrei esonerato dopo il 3-3 col Grosseto. Allenatore che in due anni non ha mostrato il minimo miglioramento nella preparazione della gara e nella lettura della stessa in corso d’opera. Puntualmente le sue squadre si spengono a marzo (vedremo il prossimo anno, qualora dovesse trovare un’altra panchina, quale sarà la scusa…). Miracolato nel giocarsela ancora per il terzo posto dopo figure di questo genere. Inaccettabile prendere quattro gol in casa del Montevarchi, soprattutto al termine di una prestazione oscena come quella odierna. Ma il problema è che sicuramente ci sarà chi lo difenderà anche dopo una giornata del genere.


Elaborazione grafica dal sito wikipedia.org

2 Comments on “Aquila Montevarchi 4-0 Cesena, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Il Pescara se non sbaglio ha cambiato ora allenatore …. cioè non è obbligatorio aspettare le tre gare ….

  2. Analisi impeccabile. Oggi la Primavera 3 avrebbe sicuramente saputo fare una partita migliore di questa oscenità. Per quanto mi riguarda a Viali non avrei neppure rinnovato il contratto dopo i playoff dello scorso campionato. Ancora 3 gare (due di campionato e una di playoff da quinti in classifica) e poi lo si potrà salutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.