Al via un mese di fuoco: si comincia domenica con la Triestina

Ianus Cesena-Triestina
Condividi questo articolo

OPERAZIONE IANUS – Archiviata la prima vittoria in campionato, domenica prossima arriverà la Triestina, una delle principali candidate alla promozione

Finalmente sono arrivati i primi tre punti della stagione. La vittoria in casa della Virtus Verona di domenica pomeriggio ha ridato entusiasmo a tutto l’ambiente bianconero (vedi Tifosi bianconeri a Verona: pioggia, ritardi e persino uscite autostradali mancate… Poi però, la prima vittoria!), sprofondato in un clima di delusione dopo le prime due sconfitte stagionali. In realtà, credo che la debacle di Carpi sia stata ben assorbita dalla tifoseria, poiché per un tempo e mezzo il Cesena era riuscito a giocare alla pari contro una squadra neoretrocessa. A causa poi di una serie di errori individuali il parziale è stato piuttosto pesante, ma la sensazione era che i bianconeri fossero pronti ad affrontare il campionato di Serie C. La sconfitta casalinga contro la Vis Pesaro ha invece assunto tutto un altro sapore, il Cesena ha perso contro una squadra che ha tirato praticamente una sola volta in porta, senza considerare che i marchigiani non dovrebbero rappresentare un ostacolo insormontabile, neppure per una formazione giovane come quella bianconera.

La trasferta di Verona ha invece restituito qualche certezza: allargando il gioco sulle fasce e attaccando la profondità, si riescono a creare diversi spazi nella retroguardia avversaria in cui colpire. E’ capitato a Butic in occasione della prima rete, quando la difesa veronese l’ha lasciato colpevolmente solo. Ma tutto ciò è il frutto di una pressione continua operata sia a destra che a sinistra, con Zecca e compagni che avrebbero potuto trovare la rete del vantaggio in tantissime altre circostanze. I cambi hanno finalmente influito in maniera positiva sulla gara ed i bianconeri hanno conquistato tre punti d’oro che permetteranno alla squadra allenata da Modesto di affrontare il prossimo terribile mese in maniera un po’ più serena.

Il primo grande ostacolo che il Cesena troverà sulla sua strada è rappresentato dalla Triestina degli ex Granoche e Ferretti. Gli alabardati giungeranno in Romagna dopo la scoppola casalinga rimediata domenica scorsa contro il Piacenza di altri due ex bianconeri (Paponi e Cacia). La gara sarà indubbiamente complicata: la Triestina è stata costruita con l’obiettivo di centrare la promozione diretta, quindi verrà a Cesena per fare la partita e per conquistare i tre punti. D’altro canto il Cesena potrebbe beneficiare di questo atteggiamento offensivo degli avversari per colpire in velocità, soprattutto se dovesse recuperare l’infortunato Russini, regalando così a Modesto l’imbarazzo della scelta per la formazione iniziale.


Foto di Luigi Rega tratta dalla pagina Cesena FC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *