Marcolini: “Russini buon colpo, ha ottime qualità tecniche”

Condividi questo articolo

INTERVISTA – Il tecnico del Chievo Verona, Michele Marcolini, ci presenta il neo bianconero Simone Russini, esterno d’attacco allenato all’Alessandria

Dopo l’acquisto del centrocampista Rosaia (vedi Rosaia: “Cesena, non ci poniamo limiti!”), una delle ultimissime new entry annunciate ieri dal Cesena è Simone Russini. L’ala sinistra di Mugnano, in provincia di Napoli, classe 1996, vanta già una discreta dose di esperienza in Lega Pro: cresciuto nel settore giovanile della Ternana, proviene dal Siracusa dove ha disputato l’ultima annata. Nelle stagioni precedenti ha militato invece ad Alessandria e Lumezzane. Nel 3-4-3 marchio di fabbrica di Modesto dovrebbe occupare la corsia sinistra del tridente offensivo per accentrarsi sul destro, suo piede preferito e concludere verso la porta avversaria o innescare i compagni. Per conoscerlo meglio abbiamo interpellato un tecnico emergente d’eccezione, Michele Marcolini, ex Santarcangelo, Avellino ed Albinoleffe, ora neo mister del Chievo Verona in Serie B che lo ha avuto alle sue dipendenze ad Alessandria nel corso del campionato 2017/18. Ecco le sue parole a Cesena Mio.

Ciao Michele, il Cavalluccio ha ingaggiato Russini: si tratta di un buon colpo?
“Si tratta di un buon elemento che seppur giovane ha già accumulato parentesi importanti in Lega Pro”.

Quali sono le sue peculiarità principali?
“E’ un’ ala offensiva di grande rapidità, di spinta, ha dribbling e capacità di saltare l’avversario creando superiorità numerica”.

Un suo difetto da migliorare?
“Diciamo che sa crearsi le occasioni da rete e deve migliorare nel concretizzarne di più. Per le doti tecniche che ha può segnare un maggior numero di gol. Ha tutte le potenzialità per farlo”.

Con te in Piemonte ha disputato una buona annata?
“Si trovava in gruppo pieno di calciatori importanti ed esperti, ma pur essendo tra i più giovani si è ritagliato il suo spazio (21 presenze ed 1 gol, ndc) facendosi sempre trovare pronto quando l’ho chiamato in causa. Ha sfruttato le sue chances”.

Caratterialmente si è fatto apprezzare?
“E’ un bravo ragazzo, alle mie dipendenze si è sempre applicato nel migliore dei modi senza darmi particolari problemi di gestione”.


Foto tratta dal sito calciofere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *