La lunga sosta penalizzerà il Cesena?

SerieC - Cesena
Condividi questo articolo

L’ANALISI – Rinviate le partite con Sambenedettese, Rimini e SudTirol, il Cesena tornerà in campo solamente il 15 marzo contro il Ravenna (a porte chiuse)

Le preoccupazioni su eventuali cali di tensioni le ha palesate per prima la compagine interista in Serie A. Un problema, che in tempi di lunghi stop, investe un buona fetta del panorama calcistico italiano. Non è da meno il Cesena, a secco di partite ufficiali dal 23 febbraio quando il Vicenza espugnò il Manuzzi per 1-3 al termine di una partita in cui i bianconeri giocarono meglio nel corso della prima frazione di gara, ma capitolarono poi sotto i colpi della capolista.

Come si vivono questi giorni di mancata tensione? Sicuramente varia il programma di allenamento, non più tarato sul match domenicale. È l’occasione per lavorare con più calma sul lato atletico e dare una breve aggiustata e oliata ai meccanismi tattici, senza stravolgere troppo. Probabilmente la pausa va a favore di chi boccheggia di risultati, che può fermarsi e riordinare le idee, distendendo nervosismi e stress eccessivi. Meno favorito è chi corre e sta inanellando risultati positivi. Stoppare significa dover mettere momentaneamente in stand-by quel fuoco sacro da serie positiva.

Calendario alla mano (vedi SerieC – Addirittura 8 partite in 26 giorni per il Cesena), nel caso del Cesena probabilmente sarebbe stato meglio non fermarsi. Dopo gli 8 punti conquistati nei quattro match pre-Vicenza sarebbe stato forse migliore tornare subito in campo a San Benedetto per saggiare lo stato di ritrovata salute. Discorso opposto per i marchigiani, coinvolti in una lunga spirale negativa di risultati e finiti sulla graticola della piazza rossoblu: in questo caso quindi meglio lo stop per la banda allenata da Montero. Il secondo rinvio, il derby della decima giornata contro il Rimini, risultati alla mano non va a favore di nessuno. Con i biancorossi in piena corsa per migliorare la pericolante classifica sarebbe stato meglio scendere in campo. Va così così invece al SudTirol, che proviene da due sconfitte maturate contro Fermana e Modena negli ultimi tre turni. L’egregia classifica degli altoatesini tiene lontano comunque i drammi ed un eventuale prosieguo del campionato avrebbe ipoteticamente mantenuto alta la tensione dei biancorossi.


Immagine tratta dal sito skysport.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *