Intelligenza e coraggio della baby gang: Cesena vivo e Vitale

Cesena intelligenza e baby gang
Condividi questo articolo

OPINIONI DI UN DIVANO – L’ingresso di Garritano, Vitale e Panico suggerisce che questo Cesena deve puntare sull’intelligenza e l’incoscienza dei giovani

“Facciamo giocare i Vitale, i Panico… Non meritano di stare in campo, almeno per un cambio?”. Così concludeva il Divano nel commento successivo alla partita di Malevento. Il sig. Panico in tribuna, il sig. Vitale non utilizzato, mentre in campo vagolavano certi fantasmi … L’intelligenza non consiste nel non sbagliare mai, bensì nel fare tesoro delle esperienze e Camplone contro il Cittadella proprio con le sostituzioni ha vinto la partita.

Il primo tempo ci ha riproposto un centrocampo evanescente, un Cesena volenteroso ma pasticcione. In attacco ho contato almeno 6 cross (Renzetti, alza la mira!!!) che hanno colpito il difensore avversario, più alcune mozzarelle comunque passate alle statistiche come tiri ed una bella zuccata fuori. Poi Laribi esce dopo una prestazione da incubo, costellata di errori in ogni parte del campo e di falli da ammonizione e nel secondo tempo il Cesena si riscopre… Vitale. Sempre al posto giusto, ordinato, presente, non strafà, ma c’è, si fa vedere dai compagni, si muove nel modo giusto e fa cose semplici ed efficaci. Nessuna traccia del ragazzo presuntuoso e altezzoso di qualche settimana fa, ma un giovane talentuoso, dotato di una vivace intelligenza calcistica, che sembra davvero dirigere la musica. La squadra si tranquillizza, il coro smette di stonare. Ancora, Garritano è subentrato a Dalmonte, infortunato. Ha un conto in sospeso spaventoso con la porta, una lunga crisi di astinenza da gol. Ma non di autostima. Da un guazzabuglio su rimessa laterale nella propria tre quarti estrae un lancio per Ciano-gol. Poco dopo, si getta nella prateria e riceve un lancione da Camillo, punta l’uomo, si accentra, tira e gooooool. Finalmente!!! Panico viene invece dalla bella prova di Empoli (La Gazzetta si spinge a definirlo il nuovo Immobile… Il Divano gli dà 8…)  ma è tornato in tribuna a Malevento… Gli offrono quattro minuti e lui li trasforma in oro. Vola verso l’area avversaria, pronto all’appuntamento millimetrico con la palla al bacio di Vitale, e la recapita come Amazon esattamente sul piedone di Djuricione-gol.

Sarò fissato, ma ribadisco che finora la differenza più grande fra il Cesena 2016/17 e quello dello scorso anno consisteva proprio nel fatto che sembrava venuta meno quella energia psicofisica, quella genialità, quella leggera incoscienza che lo scorso anno hanno fatto dei babies Sensi, Kessie e Caldara i trascinatori della squadra. La prova ce l’ha fornita, io credo, proprio l’incontro con il Cittadella. Questi ragazzi hanno l’ intelligenza e la voglia che ci servono per la risalita. Non dimentichiamolo più e andremo lontano.


Foto di Luigi Rega tratta dal sito www.cesenacalcio.it

2 Comments on “Intelligenza e coraggio della baby gang: Cesena vivo e Vitale”

Comments are closed.