Prima la festa, poi la sfida al Francavilla: dentro Agliardi, Benassi e Noce

Infografica Cesena-Francavilla
Invia l'articolo agli amici

INFOGRAFICA – Questo pomeriggio il Cesena esordirà al Dino Manuzzi in campionato dopo quasi cinque mesi: di fronte ci sarà il Francavilla dell’ex Palumbo

Da dove partire? Dagli 8354 abbonamenti staccati per vedere il Cesena in serie D dopo un mesto fallimento? Dal fatto che oggi finalmente si torni a popolare il Manuzzi dopo quasi cinque mesi di astinenza? Oppure dal Francavilla, che rappresenta uno dei diciannove ostacoli che separa il Cesena dal ritorno tra i Professionisti? Questa giornata nei prossimi anni sarà probabilmente ricordata e raccontata a figli e nipotini da parte di tutti i tifosi del Cesena: sarà una data che entrerà di diritto nell’insieme storico che comprende ad esempio il 30 maggio 2010 e il 18 giugno 2014. Ma prima di poter festeggiare a dovere, la parola deve passare inevitabilmente al campo.

Qui Cesena

Il ritorno di Agliardi dovrebbe aver già convinto mister Angelini a schierare l’esperto portiere al posto del giovane Sarini. Questa scelta innescherà tutta una serie di conseguenze derivanti dal dover per forza schierare quattro under titolari. Il reparto che sarà colpito dovrebbe essere la difesa: sull’out di sinistra sarà confermato Valeri, mentre in mezzo ci sarà Benassi, di rientro dall’infortunio di Avezzano e che sostituirà l’infortunato Stikas, insieme a Noce, che esordirà proprio al Manuzzi. Sulla destra verrà dunque dirottato Ciofi, relegando di fatto Zamagni in panchina. A centrocampo accanto a De Feudis tornerà Biondini, mentre in attacco il trio Alessandro, Campagna e Tortori sosterrà l’airone Ricciardo.

CESENA (4-2-3-1): Agliardi; Ciofi, Noce, Benassi, Valeri; De Feudis, Biondini; Tortori, Campagna, Alessandro; Ricciardo. All.: Angelini.

Ballottaggi: Agliardi 80% – Sarini 20%.

Under in campo: Valeri (1998), Noce e Ciofi (1999), Campagna (2000).

Attenzione a…

Dopo un inizio brillante è un po’ calato: il tabellino di Alessandro recita fino ad ora 2 gol e 3 assist per un bottino sufficiente ma che potrebbe e dovrebbe migliorare col passare delle giornate. Oggi pomeriggio ha la possibilità di tornare nello stadio che dieci anni fa osservò quasi come uno spettatore dalla tribuna non scendendo praticamente mai in campo. Nell’intervista che mi ha concesso prima dell’inizio di campionato (leggi Danilo Alessandro: “Sono tornato per il calore di questa piazza”) disse che in caso di gol sotto la Curva Mare avrebbe prevalso l’emozione perché è davvero difficile prepararsi emotivamente ad un evento di questa portata.

Qui Francavilla

L’ex giocatore del Rimini e attuale allenatore del Francavilla, Rachini, tornerà al Manuzzi dopo aver calcato il suo prato negli anni d’oro della squadra biancorossa, quando i derby romagnoli infiammavano l’ambiente portando diverse migliaia di tifosi allo stadio. In occasione di questa difficile trasferta dovrebbe schierare il Francavilla con un 4-3-3: in porta ci sarà Spataro, mentre in difesa spazio a Di Renzo, Bosco, Nazari e Sanseverino. A centrocampo Mele, Bedin e l’ex Palumbo faranno da collante al reparto offensivo composto da Banegas, Cruz e De Costanzo.

FRANCAVILLA (4-3-3): Spataro; Di Renzo, Bosco, Nazari, Sanseverino; Mele, Bedin, Palumbo; Banegas, Cruz, De Costanzo. All.: Rachini.


Elaborazione grafica tratta dal sito homecrowd.io

One Comment on “Prima la festa, poi la sfida al Francavilla: dentro Agliardi, Benassi e Noce”

  1. Siamo la Citta piu bella del mondo
    e ci di spiace per gli altri
    che sono tristi
    che sono tristi
    Perché non sanno piu cos’è l’amor…
    Il vero Amore
    è avere 8400 tifosi in D……
    Daiiiii Burdelll la ROMAGNA SIAMO SOLO NOI

Comments are closed.