L’incredibile storia del destino di Cesena e Matelica

Analisi pagelle Cesena-Matelica
Condividi questo articolo

AMARCORD – Domenica pomeriggio il Cesena ospita al Manuzzi l’Ancona-Matelica, avversaria di incredibili battaglie negli ultimi tre anni

Pensare al Matelica, o da quest’anno all’Ancona-Matelica, non può che rievocare incredibili ricordi nella mente di tutti i tifosi bianconeri. Gioie, dolori, festeggiamenti, pianti inconsolabili. Sembra incredibile provare tutte queste sensazioni pensando a una squadra che fino al 2018 non era mai stata avversaria del Cesena. Ma dalla stagione della promozione dalla Serie D alla C fino ai giorni nostri, Cesena e Matelica hanno dato vita a epiche battaglie. Non c’è stato un solo match scontato tra le due formazioni, non una partita che sia finita con l’annoiare gli spettatori. In vista della sfida di domenica, dunque, ripercorriamo tutte le combattutissime gare tra bianconeri e biancorossi.

Serie D, stagione 2018/19

Il Cesena, nell’estate del 2018, rinasce dalle proprie ceneri e costruisce una squadra che, sulla carta, sarebbe stata in grado di monopolizzare il proprio girone di Serie D. Nessuno si aspettava che il Matelica, squadra di un piccolo comune delle Marche, avrebbe potuto dare del filo da torcere ai ragazzi di Beppe Angelini fino all’ultima giornata. La gara d’andata si disputa allo Stadio Comunale Giovanni Paolo II a fine settembre in quella che rappresenta la terza giornata d’andata. Il Cesena è reduce dalla duplice vittoria maturata contro Avezzano e Agnonese e guida la classifica. In quel caldo pomeriggio, però, è il Matelica ad avere la meglio al termine di una partita poco entusiasmante. I tre punti li regala Franchi, che in contropiede riuscì a bucare Sarini e ad approfittare di una difesa superficiale dei bianconeri al 95′. Fu una sconfitta che fece male al morale del Cesena, colpevole di aver giocato una partita rinunciataria. A metà gennaio il Matelica giunse al Manuzzi per la terza giornata di ritorno, con il Cavalluccio a +7. Leggendo così, sembra che l’avventura bianconera in D sia stata una scampagnata, ma nei mesi precedenti il Matelica fu a lungo capolista, con i romagnoli che a novembre sprofondarono addirittura a -7. Nel turno infrasettimanale del Manuzzi furono Ricciardo e Viscomi a regalare la vittoria ai romagnoli, rendendo vana la rete del momentaneo 1-1 di Florian su topica di Agliardi. A fine stagione, il Cesena si laureò campione con 83 punti, tre in più dei rivali marchigiani.

Serie C, stagione 2020/21

Dopo un anno da “separate”, le due squadre si sono ricongiunte nel corso della scorsa stagione, grazie alla prima, storica promozione tra i professionisti del Matelica. Il primo match si disputò a Macerata a metà novembre. Il Matelica passò meritatamente in vantaggio nel primo tempo con un autogol di Gonnelli e all’87’ raddoppiò su rigore molto dubbio con Leonetti. La gara sembrava terminata ma al 90′ fu Bortolussi, con uno splendido gol di testa, ad accorciare le distanze. Al 94′ il direttore di gara assegnò al Cesena un calcio di rigore, che lo stesso bomber bianconero realizzò per il clamoroso 2-2 finale. Al ritorno il Cesena era appena uscito dalla voragine del Covid e al Manuzzi cercava i tre punti. Il primo tempo fu uno dei più belli della stagione, con le reti di Bortolussi e Caturano (che sbagliò un rigore sul 1-0) che sembravano aver indirizzato la gara. Quando ormai la prima frazione di gioco sembrava terminata, fu però Volpicelli a riaprire i giochi con un calcio di punizione perfetto. Nella ripresa il Cesena soffrì la maggior freschezza degli avversari, che trovarono il gol del definitivo 2-2 con Franchi, lo stesso giocatore che decretò la prima vittoria del Matelica in Serie D ai danni del Cesena. Ma le sorprese non sono finite qui, poiché le due squadre si incontrarono per la terza volta in stagione nel secondo turno dei play-off. Al Dino Manuzzi, il Cesena ha due risultati utili su tre, ma riesce incredibilmente a perdere 2-3 e ad essere eliminato. Nel primo tempo gli ospiti passano in vantaggio su corner grazie al colpo di testa di Magri, mentre nel finale Bortolussi si fa respingere il rigore del possibile pareggio. Nella ripresa è sempre il Matelica a giocare meglio e trova la rete dello 0-2 con Calcagni. A quel punto i giochi sembrano fatti ma sale in cattedra Di Gennaro che, al 70′ e al 95′ realizza la doppietta che vale il passaggio del turno. Partita finita? Macché: al 98′ è Balestrero ad approfittare di un errore di Gonnelli segnando il gol del definitivo 2-3, per quanto viziato da un fallo di Magri su Ardizzone.

Serie C, stagione 2021/22

Nel corso di questa estate, a seguito degli accordi tra Matelica Calcio 1921 e US Anconitana ASD, è stata costituita la società denominata Ancona-Matelica, che dalla prossima stagione si chiamerà definitivamente Ancona. Ma per tutti i tifosi del Cesena la partita di domenica non può che rievocare ricordi incredibili, collegati a gioie ma anche a dolori. In palio ci sono punti importanti e chi dovesse vincere sarà, perlomeno, secondo in classifica fino alla prossima giornata. Come andrà a finire questa partita? Non ci resta che andare allo stadio domenica pomeriggio e incitare i nostri ragazzi verso la vittoria!


Foto di Luigi Rega tratta dal sito calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *