Gubbio 4-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Gubbio-Cesena
Condividi questo articolo

PAGELLE – Comincia nel peggiore dei modi l’era americana: poker del Gubbio nella ripresa; di Pierini il gol del momentaneo pareggio

Comincia male il girone di ritorno del Cesena, perdendo malamente l’ultima partita del 2021 contro il Gubbio. Una gara strana, dal momento che nel primo tempo i bianconeri hanno avuto tantissime palle gol, non riuscendole però a sfruttare, sia per loro imprecisione, che per la giornata sì del portiere rossoblu Ghidotti. Nella ripresa, i padroni di casa si sono portati subito in vantaggio, con la bella conclusione da fuori di Saint Maza al 48′. Il Cesena rimette le cose a posto 9 minuti dopo con Pierini, ma al 72′ arriva a sorpresa il nuovo vantaggio del Gubbio con Spalluto, che ha sfruttato una grave incertezza di Nardi. I bianconeri incassano il colpo, senza più riprendersi: all’86’ Cittadino chiude la gara, mentre al 90’+4 Fantacci fissa il punteggio sul definitivo 4-1. Ecco le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 5: tiene i bianconeri sul 1-0 compiendo una prodezza sulla conclusione da fuori di Fantacci. A pareggio acquisito, regala però il nuovo vantaggio ai rossoblu, non trattenendo clamorosamente il facile traversone di Cittadino.

CANDELA 6: senza dubbio il meno peggio della retroguardia bianconera. Sempre presente nella manovra offensiva, anche negli ultimi attimi della gara; non soffre l’ex Aurelio in difesa.

MULE’ SV

DAL 13′ POGLIANO 5,5: quando puntato dagli avversari, a volte va in difficoltà, specialmente quando a farlo sono Arena e Oukhadda. Se la cava meglio in marcatura.

CIOFI 5,5: porta la sua firma l’assist per il pareggio di Pierini. In seguito al nuovo vantaggio egubino, va in totale confusione: regala la rete del 4-1, dimenticandosi di chiudere Spalluto sull’out di destra.

FAVALE 5: sulla fascia sinistra spinge, ma senza incidere. Ha sul peso della coscienza la terza rete degli egubini, essendosi sganciato su Spallato lasciando però indisturbato sull’esterno Arena, mandato in porta proprio dall’attaccante avversario con una bella sponda.

MISSIROLI 6: gioca in modo simile a quanto visto contro il Siena, abbassandosi spesso sulla linea dei difensori per impostare, senza sfigurare.

DAL 73′ MUNARI 5,5: l’intraprendenza non gli manca di certo, ma in alcuni casi sarebbe preferibile il passaggio al compagno rispetto alla (spesso velleitaria) conclusione dalla distanza.

STEFFE’ 5: gira abbastanza bene nel primo tempo, poi nella ripresa finisce sorprendentemente inghiottito da Cittadino, apparendo nel finale anche stanco.

ARDIZZONE 5,5: spesso preziosi i suoi recuperi in mezzo al campo, ma ha poche idee palle al piede. Calcia alto da ottima posizione sul finire del primo tempo.

ZECCA 6: combina molto bene con Pierini e Bortolussi nel primo tempo, costruendo diverse belle azioni. La sua sostituzione è forse un po’ troppo affrettata.

DAL 64′ TONIN 5: il suo apporto alla gara è praticamente nullo.

PIERINI 7: nel giorno della peggiore sconfitta di quest’anno (come risultato), il numero 10 bianconero gioca senz’altro la sua miglior partita. Imprendibile nel primo tempo, dove solo un grande Ghidotti gli si frappone negandogli due volte il gol. Nella ripresa sigla la quarta rete stagionale con una bella azione personale. In seguito al 2-1 del Gubbio, viene inspiegabilmente sostituito.

DAL 73′ C. SHPENDI 5,5: invisibile, ma le colpe non sono sue.

BORTOLUSSI 5: delle tante occasioni costruite nel primo tempo, la sua è senza dubbio la più clamorosa; il bomber cesenate, nella circostanza, avrebbe potuto facilmente segnare se se la fosse allungata meno. Per il resto, è molto meno presente del solito nella manovra.

ALL. VIALI 5: sicuramente la sconfitta odierna è anche dipesa dalla sfortuna, dal momento che il Cesena ha gettato via almeno 6 opportunità per segnare nella prima frazione di gioco. Ma i cambi operati nella ripresa dal mister sono stati totalmente sbagliati, dal momento che i bianconeri sembravano avere maggiori problemi a centrocampo piuttosto che in attacco. Difficile in particolare comprendere la scelta di sostituire Pierini, nettamente il migliore in campo, nel momento in cui occorreva recuperare la partita, così come non ci si spiega la scelta di preferire Munari, o Shpendi, a Berti, ancora una volta lasciato a sorpresa in panchina per tutta la partita.


Elaborazione grafica tratta dal sito wikipedia.org

2 Comments on “Gubbio 4-1 Cesena, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Viali anche 4….ma nonne questione di preferire Munari o Shpendi….Berti può giocare anche con loro….anzi….ai facessero giocare un po’ di più ….non sarebbe male

  2. AMMERIGANI vi hanno rifilato un bidone gigantesco (meglio non farglielo sapere pero’)! Infatti anche la partita di oggi dimostra chiaramente che siamo fortissimi non necessitando quindi di alcun rinforzo vero Signor Manuzzi!?! Forza Cesena sempre aldila’ delle c…..e di chi comanda e/o di chi gioca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *