Gadda: “Il Cesena sta compiendo qualcosa di straordinario”

Massimo Gadda
Invia l'articolo agli amici

INTERVISTA – Parliamo dell’avvincente testa a testa tra Cesena e Matelica con l’ex giocatore ed allenatore bianconero Massimo Gadda

Massimo Gadda guarda sempre con particolare attenzione le vicende del suo ex Cesena. E poiché nel corso degli ultimi anni il mister ravennate ha accumulato esperienze importanti in Serie D, abbiamo raccolto la sua qualificata opinione sul duello al vertice del Girone F tra i bianconeri ed il Matelica. Queste le parole del tecnico ex Fano, Spal, Imolese e Forlì a poche giornate dal termine del campionato.

Ciao Massimo. Il continuo botta e risposta tra Cesena e Matelica prosegue senza sosta…
“Il Cesena sta compiendo un percorso straordinario, però ha trovato sulla propria strada un’avversaria che sta facendo qualcosa di incredibile: in un altro girone, con 72 punti la promozione sarebbe già stata ipotecata. Cinque punti sono comunque un buon vantaggio, ma bisogna stare in guardia”.

Il tuo pronostico?
“In tempi non sospetti, col Cavalluccio secondo a -7 dal Matelica, mi dissi fiducioso che i bianconeri avrebbero vinto il campionato con 10 punti di vantaggio, quindi penso che i ragazzi di Angelini centreranno l’obiettivo finale”.

Nel posticipo di lunedì prossimo, che partita sarà il derby Savignanese-Cesena?
“I gialloblù sono buona squadra e per loro questo derby rappresenta qualcosa di storico, per cui andranno oltre i propri limiti per fare risultato. Una gara insidiosa che il Cesena dovrà vincere, sfruttando l’esperienza e la qualità dei suoi elementi migliori”.

Da ex calciatore e da tecnico come si vivono questi periodi cruciali?
“Quando sei in testa, sai che dipende esclusivamente da te, sei padrone del tuo destino, mentre chi insegue deve sperare in un passo falso. Con un successo contro la Savignanese la capolista darebbe un ulteriore segnale al campionato”.

I principali punti di forza di questo Cesena quali sono, secondo te?
“Sta pagando la scelta fatta in fase di costruzione della rosa di puntare su un attacco di categoria superiore, composto da giocatori del calibro di Alessandro, Ricciardo, Tortori, senza dimenticare Tonelli e Capellini, altri due giocatori dalle grandissime qualità. Agliardi in porta è una garanzia, così come De Feudis in mediana: Beppe ha fatto una scelta non semplice, ovvero scendere in Serie D e rimettersi in gioco, e sta dando un contributo determinante”.

In caso di eventuale promozione in Lega Pro, questo Cesena avrà bisogno di grandi ritocchi?
“Il salto tra Serie D e Lega Pro è importante, già il fatto che non ci sia più l’obbligo degli under comporta scelte diverse, poi ovvimente tutto dipenderà dal budget disponibile”.


Immagine tratta dal sito lospallino.com

Commenta con Facebook

About Ivan Zannoni

Ivan Zannoni frequenta da sempre il mondo del calcio, dapprima come giocatore poi come allenatore e dirigente. Ha collaborato con La Voce di Romagna per la quale seguiva i campionati dilettantistici ed ultimamente lo si è anche potuto seguire su Telerimini nel ruolo di opinionista per la trasmissione Dilettanti nel Pallone. Da buon romagnolo, segue con apprensione le vicende del Cesena Calcio e scrivendone, riesce a dar sfogo alla sua passione.

View all posts by Ivan Zannoni →