Finalmente, il Cesena “farà calciomercato” (cit. Zebi)

Calciomercato Cesena FC
Condividi questo articolo

CALCIOMERCATO – Il Cesena “americano” si affaccia alla finestra di mercato invernale con cauto ottimismo, nonostante la lunga ombra del Covid

Finalmente è giunto il momento che un po’ tutti i tifosi stavano aspettando, quello dell’apertura della sessione di calciomercato invernale. Una sessione forse mai così attesa dai tifosi del Cavalluccio, dopo l’approdo del tandem americano Lewis – Aiello e le dichiarazioni rilasciate a fine anno da Moreno Zebi che lasciano ben presagire.

Il direttore sportivo bianconero infatti, a differenza dello scorso anno, non si è limitato a dire che il Cesena avrebbe avuto un approccio cauto al mercato invernale, forte della posizione in classifica e della coesione del gruppo allenato da mister Viali, ma ha anzi esclamato che il Cesena “farà calciomercato”. Una frase che dicono in tanti nel mondo del calcio, ma che da queste parti fa sempre un certo effetto e che non venivano proferite da tempo in Romagna a questo punto del campionato.

Certamente questo non vuol dire smembrare un gruppo che sta facendo cose egregie, tanto da aver collezionato ben 39 punti in 20 giornate (quasi la media di due punti a partita, una media che in diversi casi ha portato alla vittoria del campionato di Serie C). Si cercherà però di puntellare ogni reparto, cercando rinforzi di esperienza e spessore per la categoria, allo scopo di mantenere l’ottima posizione di classifica e, perchè no, di ridurre il gap con Modena e Reggiana che al momento stanno disputando un campionato a parte (vedi SerieC #20 – Modena e Reggiana non si fermano più).

Comunque, come di consueto, si opererà prima sul fronte uscite, anche perchè diversi reparti sono al momento sovraffollati. In difesa, infatti, sono destinati a partire sia Adamoli che Yabrè, giunti a Cesena con la promessa di contendersi una maglia da titolare, salvo poi essere soppiantati da Favale, giunto a mercato chiuso come svincolato. Anche a centrocampo è probabile la partenza di Nannelli, che non ha affatto convinto mister Viali; non è certa neanche la permanenza di Munari e Brambilla, che in bianconero hanno finora collezionato pochi minuti. Il reparto avanzato è invece l’unico ad essere corto. Poche infatti le opzioni sulla trequarti, alle spalle dell’incedibile Bortolussi, dal momento che Viali ha spesso preferito utilizzare un centrocampista (Berti o Ilari), al posto dei vari Pierini, Zecca e Caturano.

Occhio, infine al maledetto fattore Covid: nella giornata di ieri sono emerse tre positività tra i bianconeri e la sensazione è che ce ne potrebbero essere altre, considerato che il picco della variante Omicron è annunciato per fine gennaio. Ricordiamo che lo scorso anno proprio la diffusione del contagio ha portato Zebi a tesserare all’ultimo minuto Sorrentino, il cui acquisto non era assolutamente previsto. Il virus potrebbe dunque influenzare anche stavolta il mercato in generale e quello dei bianconeri nello specifico, così come al momento sta influenzando il corso del campionato: la seconda giornata di ritorno è stata infatti posticipata a mercoledì 2 febbraio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *