Fano AJ 1-2 Cesena, le pagelle di Cesena Mio

Pagelle Fano AJ-Cesena
Condividi questo articolo

PAGELLE – Il Cesena riparte con una meritata vittoria a Fano: apre Marino, poi Petermann e Russini su rigore ribaltano il match nel finale

Vittoria meritata del Cesena che, nonostante le tante assenze ed una condizione fisica non certo delle migliori, supera 2-1 il Fano AJ, che incappa nella prima sconfitta del 2021. I bianconeri hanno condotto la gara per gran parte del match, ma sono stati i marchigiani a portarsi in vantaggio al 21′ con Marino. Nella ripresa, gli ingressi di Di Gennaro e Russini hanno dato una svolta alla partita, permettendo al Cesena di rimontare nel finale: al 80′ è stato Petermann a siglare il pari con una conclusione dalla distanza più volte deviata, mentre nell’ultimo minuto di recupero (90’+5) Russini ha trasformato il secondo calcio di rigore concesso agli ospiti, dopo che Petermann si era fatto ipnottizare dieci minuti prima da Viscovo. Queste le pagelle di Cesena Mio:

NARDI 5,5: da un suo grave errore in fase di rinvio nasce il gol del vantaggio del Fano. Inoperoso per la restante parte del match, visto che i padroni di casa non hanno mai tirato nello specchio della porta.

ZAPPELLA 6: nella prima frazione di gioco è uno dei più propositivi, sebbene guadagni poche volte il fondo. Nella ripresa cala, anche per via della stanchezza.

DAL 71′ NANNI 6: talvolta confusionario quando ha il pallone tra i piedi, dà comunque peso al reparto avanzato ed ha il merito di guadagnarsi il rigore della vittoria. Fortuna che qualche minuto prima l’arbitro non abbia ravvisato il suo vistoso fallo di mano in area sulla punizione di Amadio.

RICCI 6,5: contiene molto bene Barbuti, l’attaccante più temibile del Fano. Bene anche in fase di impostazione con ottime uscite palla al piede.

CIOFI 5: due suoi passaggi errati lanciano il Fano in contropiede nella ripresa, non condannando per poco il Cesena alla sconfitta. E’ lui, inoltre, a perdersi la marcatura di Marino che fa 1-0.

MUNARI 5,5: viene preso in controtempo in occasione del vantaggio marchigiano, lasciando crossare verso il centro dalla sua fascia di competenza. Per il resto è molto timido in avanti, anche se in un’occasione Viscovo è bravo a dirgli di no.

DAL 46′ LONGO 6: entra per dare più equilibrio alla difesa, senza demeritare.

COLLOCOLO 5: sembra ispirato in avvio, inserendosi tanto in area di rigore, ma col passare dei minuti comincia a buttar via tantissimi palloni, spesso con troppa superficalità.

DAL 71′ DI GENNARO 7: in nemmeno 20 minuti ribalta la gara grazie alla qualità di cui dispone ed all’esperienza. E’ in tutte le azioni offensive dei bianconeri, oltre a trovare in extremis il corridoio per lanciare Nanni, poi steso da Viscovo in area di rigore.

PETERMANN 6: prestazione con alti e bassi la sua. Sbaglia tante aperture per i compagni, ma allo stesso tempo confeziona alcune verticalizzioni tutt’altro che semplici. Al 80′ sigla il gol del pareggio, ma poco dopo si presenta dal dischetto facendosi parare il tiro da Viscovo. Fortunatamente questo errore dagli 11 metri risulta ininfluente per il risultato finale.

CAPELLINI 6,5: gioca una delle sue migliori partite stagionali, risultando pericolosissimo tra le linee. Al 38′ una sua azione personale avrebbe meritato più fortuna, mentre al 56′ salva un gol qualsi fatto ribattendo il tiro di Ferrara a pochi passi dalla linea di porta.

DAL 59′ BORTOLUSSI 6,5: non si fa vedere molto in area di rigore, ma lavora tantissimi palloni preziosi per la squadra. Si vede respingere clamorosamente da Viscovo la ribattuta in occasione del rigore parato a Petermann.

BORELLO 5: molto fumoso e spesso impreciso nell’esecuzione anche delle cose più semplici. Così come contro la Triestina, è nuovamente rimandato.

DAL 59′ RUSSINI 7: conferma ancora una volta di essere un giocatore chiave per questa squadra, anche quando subentra a partita in corso. Cargnelutti e Ferrara sono costretti spesso a stenderlo, talvolta a ridosso dell’area di rigore: poco prima del pareggio, la sua punizione colpisce l’incrocio dei pali, poi nel finale trova la meritata gloria siglando il penalty che vale l’1-2.

SORRENTINO 6: cercato col contagocce dai compagni, arpiona diversi lanci lunghi dalle retrovie, senza però incidere. Deve ancora entrare nei meccanismi di gioco della squadra.

ZECCA 6: uno dei più vivaci in avvio, meno appariscente ma comunque di sostanza nella ripresa. Ha una grande occasione all’inizio ma che finisce per esaltare i riflessi di Viscovo.

ALL. VIALI 6,5: vincere oggi era tutt’altro facile: merito dei ragazzi, che ci hanno creduto fino alla fine, anche quando non sembrava essere proprio giornata, ma anche merito del mister. La scelta di sostituire Capellini, uno dei migliori in campo, e non Collocolo non è stata pienamente convincente, ma i successivi ingressi da lui disposti hanno fatto la differenza. Dopo una quindicina di giorni così, questa vittoria vale doppio!


Elaborazione grafica tratta da  it.wikipedia.org

4 Comments on “Fano AJ 1-2 Cesena, le pagelle di Cesena Mio”

  1. Veramente l’orgoglio romagnolo è salito in cattedra!!! personalmente un elogio pieno va a tutta la squadra e al mister!!

  2. Sinteticamente, signore e signori, ecco a voi Di Gennaro … Chapeau

  3. Grandissimo willy, in pagella ti do 8 altroché 6,5. Zappella fortissimo. Peterman e collocolo inguardabili.

  4. Vittoria al cardiopalma. bella prova di Capellini, Russini sempre più determinante. Quando è arrivato Borello a Gennaio, ho scritto che con Koffi ci avevamo guadagno, sbagliavo di brutto, questo gioca con gli altri, addirittura ho avuto l’impressione che fosse un freno per zappella (che è andato solo un paio di volte sul fondo a crossare e invece deve andarci molto di più perchè con i vari sorrentino e bortolussi in mezzo all’aria il cross dal fondo, invece che dalla trequarti, potrebbe essere la nostra arma in più del girone di ritorno, è vero che anche Favale ci prova ogni tanto ad andare sul fondo, ma Zappella pare avere il potenziale per andarci 6/7 volte a partita e uno o due di questi rischiano di finire dentro). Infine Petteman. Per me la sufficienza a questo giocatore indica consumo massiccio di acido lisergico ( senza offesa, si scherza), basta guardare l azione dell’ ammonizione: si fa anticipare da un difensore a 5 metri perche non va incontro alla palla per un metro (fa prima il difensore a fare 5 metri che lui a farne 1,), e non centra il covid, era cosi anche prima, ha un passo che sarebbe imbarazzante anche in terza categoria e no! non è un iperbole! c’è persino chi ha elogiato la sua intelligenza tattica di fare fallo (mentre andare incontro alla palla sarebbe un optionals ). Sul gol per dargli qualche merito bisognerebbe sostenere è stato in grado di calcolare tutta la carambola, il che gli varrebbe una laurea ad honorem in matematicageometricaapplicataastrofisicaspaziotemporale, il che certificherebbe che ha sbagliato mestiere e dovrebbe stare al CERN. Sul rigore invece è andata così : “Pronto Viscovo sono Petterman, lo tiro alla tua sinistra, ma occhio…lo tiro piano”. Che dire..sufficienza piena ( e questa volta è un iperbole).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *