Entella: stato di forma, aneddoti e curiosità

Virtus Entella-Cesena 3-1
Condividi questo articolo

AVVERSARI – L’Entella che contende il terzo posto al Cesena (ed al Pescara) può contare su un trio d’attacco da 31 gol complessivi

Il Cesena giunge a quella che, per molti versi, è la partita più importante del suo campionato con alle spalle una sostanziale delusione: il pareggio di Fermo ha infatto lasciato molto amaro in bocca ai bianconeri, confermando il loro deficitario stato di forma. Mettiamoci anche che ormai non si può più fare troppo affidamento sulla verve realizzativa di Bortolussi ed ecco che la partita contro l’Entella non nasce certo sotto dei buoni auspici.

Anzi, volendo mettere il dito nella piaga, ci sarebbe anche da ricordare la gara d’andata, quando il Cesena venne sconfitto dalla Virtus Entella per 3-1, interrompendo tra l’altro l’imbattibilità di Nardi a 472 minuti e fornendo la peggiore prestazione del campionato fino a quel momento (vedi Analisi di tutte le pagelle di Entella-Cesena).

I liguri, che in classifica sono dietro di noi di appena un punto (da qui l’importanza della partita in ottica playoff, con il terzo posto in palio), stanno attraversando un momento di forma buono, ma non eccezionale, avendo conquistato solo 7 punti nelle ultime 4 gare, frutto di 2 vittorie (contro Pistoiese ed Ancona), un pareggio a Imola e una, per certi versi sorprendente, sconfitta contro il Grosseto. Il miglior marcatore è Merkaj con 11 reti, seguito da Lescano e Magrassi con 10 e Schenetti con 8.

Fondata nel 1914, nella sua ormai ultracentenaria storia, l’Entella ha raggiunto per due volte il campionato di Serie B, l’ultima nel 2014, vincendo due campionati di Serie C, ai quali se ne aggiungono due di Serie D.

Una piccola curiosità: pochi giorni fa, Antonio Cassano ha partecipato ad una partitella con le giovanili della società ligure, tra le cui file milita anche il figlio Christopher. Alcuni ricorderanno che, appena prima di ritirarsi definitivamente dal calcio giocato, si era ventilata la possibilità che il giocatore barese (fermo da oltre due anni, dopo aver lasciato il Verona in Serie A), potesse tornare in campo firmando con i liguri, ipotesi che poi non si è concretizzata.


Immagine tratta dal sito www.calciocesena.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *