Domenica l’occasione giusta per il Cesena di sbloccarsi in casa

Villa Silvia - Verso Cesena-Gubbio
Condividi questo articolo

QUI VILLA SILIVA – Con il recupero degli infortunati, il Cesena potrebbe battere l’Ancona, ora che ha ritrovato anche i gol di Bortolussi

Altra trasferta, altra vittoria. Il Cesena di Viali non ha deciso di fermarsi nemmeno in casa del Grosseto, conquistando il terzo 0-1 consecutivo esterno in stagione e confermandosi come squadra col miglior trend da trasferta del girone B (vedi SerieC #7- Quarta vittoria consecutiva per Reggiana e Ancona). I maremmani, oltre a essere apparsi ben organizzati in difesa, non avevano ancora perso allo Zecchini, ma la solidità della retroguardia bianconera e la precisione al tiro dei centravanti hanno fatto anche stavolta la differenza. A proposito di attaccanti, si è finalmente sbloccato Bortolussi. Nelle prime uscite era apparso effettivamente appannato e quasi fuori dagli schemi di Viali, con i compagni che faticavano anche solo a trovarlo smarcato. Non ha funzionato sia come spalla di Caturano nell’attacco a due che come ala destra del tridente. Nel momento in cui è stato Sasà a decentrarsi, Mattia è tornato a rifiorire; prima la prestazione finalmente convincente contro il Modena, in cui solo il palo gli ha impedito la rete, poi l’ottima prova in Toscana, con il bel gol vittoria.

Le notizie buone non finiscono qui. Pogliano, dopo un inizio incerto, ha sfoderato una grandissima performance, risultando uno dei migliori in campo. Un fatto importante, dal momento che ora Viali ha più scelta in mezzo alla difesa, potendo anche decidere di lasciare in panchina l’under Mulè in favore del giovanissimo Berti. Il prodotto del vivaio bianconero ha fatto vedere anche sabato importanti lampi di classe (quasi a ricordare Sensi, ma non diciamolo ad alta voce…) e si sta confermando come uno dei pochi centrocampisti in squadra a cercare sempre la giocata in avanti, portando la squadra a essere maggiormente pericolosa ed efficace.

Ora che dovrebbero tornare a disposizione Candela, Zecca, Gonnelli e Missiroli, molto probabilmente già da domenica, che cosa manca a questo Cesena per tornare a vincere in casa? Assolutamente nulla, se non un po’ di fluidità nella manovra e di iniziativa in certi momenti del match. Carenze anche comprensibili, se si considera che siamo all’inizio dell’anno e che molti elementi della rosa sono arrivati nelle ultime battute di mercato, se non dopo lo stesso, dal mercato degli svincolati. Contro l’Ancona-Matelica, anche se candidata a fare un campionato di vertice e attualmente al secondo posto, il Cesena deve dunque fare la partita e cercare di vincere. Come ha sempre fatto sotto la guida di Viali. Come ha fatto anche contro il Modena, seppur in quel caso siano mancate freschezza e lucidità nell’ultima mezzora.


Immagine tratta dal sito cesenatoday.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *